Straordinaria e senza sosta è l’azione di controllo del territorio svolta da parte dei Carabinieri della Compagnia di Anagni tesa a contrastare ogni azione criminale e finalizzata a garantire sicurezza e protezione al cittadino.

Numerosi sono stati i controlli svolti dagli uomini dell’Arma nei giorni trascorsi per garantire anche il rispetto delle misure riguardanti il contenimento della pandemia. In questo contesto operativo nella mattinata di ieri i militari della Stazione di Anagni hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di aggravamento di misura cautelare in carcere nei confronti di una 33enne ed un 33enne.

La coppia, già nota alle Forze dell’Ordine, era stata sottoposta agli arresti domiciliari ad Anagni nell’ambito dell’operazione “Ortica”, conclusa nel mese di luglio scorso dai Carabinieri di Anagni e Ferentino. I militari incaricati della vigilanza sul rispetto dell’esecuzione della misura cautelare disposta dall’Autorità Giudiziaria hanno riscontrato che i due, nel periodo di arresti domiciliari, hanno violato più volte le prescrizioni, tanto che la stessa Autorità Giudiziaria, immediatamente informata, ha disposto con provvedimento il trasferimento dei coniugi in carcere.