uno scorcio del quartiere Bagno, nel pieno centro storico della città di Anagni

Trascorso quasi un mese dalla pubblicazione del nostro servizio su questo giornale riguardante il grave stato di abbandono e di insicurezza in cui versa lo storico quartiere di Bagno, sito nel cuore del centro storico cittadino, non un intervento, né tantomeno un sopralluogo sono stati portati a termine, malgrado le parole rassicuranti del sindaco pubblicate in questo articolo: a comunicarlo sono gli stessi residenti del quartiere che abitano a ridosso della struttura dell’ex mattatoio, in tempi antichi adibita a cisterna per la raccolta delle acque.

Nel frattempo, la situazione – invece di migliorare – è peggiorata: le frequenti e pesanti piogge dei giorni scorsi hanno divelto quel poco che restava del manto stradale (come si evince dalla foto pubblicata in copertina ed inviata alla nostra redazione da un nostro lettore ivi residente), aggravando – tra l’altro – le condizioni dell’antico muro perimetrale ormai fatiscente dell’antica cisterna e facendo cadere, ancora, sassi più o meno grandi sulla strada.

Indecente, infine, anche la presenza di rifiuti gettati qua e là dai soliti incivili: se, da una parte, l’amministrazione comunale è tenuta al mantenimento del decoro, alla manutenzione del patrimonio comune, alla valorizzazione delle aree centrali e periferiche della città, dall’altra gli stessi cittadini sono tenuti al rispetto incondizionato di ciò che li circonda: la mancanza di pulizia e i rifiuti gettati a terra un po’ ovunque non sono certo una bella immagine per chi si appresta a visitare la città.