Si è conclusa ieri l’edizione 2021 della Coppa Italia Civs sull’inedito tracciato di Deruta, asfalto per il primo tratto molto scivoloso che ha messo alla prova tutti i piloti e sul finale tracciato molto tecnico. Dopo gli ottimi risultati conseguiti qualche settimana fa, anche stavolta il Moto Club di Segni ha fatto registrare dei buoni piazzamenti.

Nella categoria 125 Alessandro Salvitti a cavallo della sua Aprilia ha conquistato un meritato terzo posto mentre nella TT 500, Mirco Rori e Gino Tedeschi purtroppo non sono riusciti a trovare un buon allineamento per essere competitivi; purtroppo Gino Tedeschi ha pagato una penalità di tre secondi sia in qualifica che in gara 2 per aver urtato contro le chicane, ovvero la una serie di svolte in sequenza, di contrapposta direzionalità e raggio contenuto, che nei circuiti sportivi viene solitamente posizionata a metà di un lungo rettilineo o in prossimità di un tratto pericoloso, con la funzione di rallentare la velocità dei veicoli e, conseguentemente, aumentare le condizioni di sicurezza durante le gare.

Nella TT 2tempi Lucio Laureti è riuscito a domare i cavalli della sua Honda GP arrivando a conquistare il secondo posto. Nella 175 cc categoria storica del mondo delle salite, fin dalle libere è battaglia aperta con gli altri concorrenti e il veloce Andrea Antonelli è riuscito a conquistare il secondo gradino del podio.

Il prossimo appuntamento è con il campionato italiano velocità in salita ad Isola del Liri il 25, 26 e 27 giugno sul tracciato della Poggio-Vallefredda valida anche per il campionato europeo vintage e campionato europeo moderne.