Il palazzo comunale di Anagni

Con l’assegnazione delle subdeleghe ai consiglieri comunali è terminata, dopo la nomina della Giunta, la ristrutturazione della squadra di governo della città. “Le subdeleghe date ai consiglieri sono infatti fondamentali per coadiuvare l’azione non solo del sindaco ma anche degli assessori e saranno essenziali per il raggiungimento degli obiettivi programmatici”, fa sapere il sindaco Daniele Natalia. Le subdeleghe ai Consiglieri Comunali sono state assegnate come segue:

Riccardo Ambrosetti: Manutenzioni, Verde Pubblico, Vivibilità, Periferie.

Elvio Giovannelli Protani: Tutela e valorizzazione del centro storico e delle sue tradizioni.

Umberto Quarmi: Sicurezza Urbana, Polizia Locale.

Danilo Tuffi: Affari Generali, Informatizzazione, Servizi Sociali, Nettezza Urbana, Igiene.

Luigi Pietrucci: Personale, Sport, Tempo Libero, Rapporti con le Associazioni.

Pierino Naretti: Nuove strade di piano, Rotatorie.

Vincenzo Proietti: Protezione Civile, Monitoraggio criticità del territorio.

“Continueremo con spirito rinnovato a lavorare per Anagni – spiega il sindaco di Anagni avv. Daniele Natalia – sono certo del fatto che i risultati per la città arriveranno e che porteremo a termine il nostro programma di mandato che risponde ad un progetto politico ed amministrativo ambizioso ma allo stesso tempo pragmatico”.

Il segretario DEM Egidio Proietti: “una guerra tutta interna a FdI”

Sulla questione della ridistribuzione delle deleghe ai consiglieri è intervenuto, con una nota, il segretario del locale circolo del Partito Democratico, avv. Egidio Proietti: “vista dall’esterno, in questa riassegnazione è stato messo in un angolo il consigliere Alessandro Cardinali che, forte delle sue oltre 400 preferenze era stato tra i più votati nella scorsa tornata elettorale; inoltre, è stato tolto l’assessore (Jessica Chiarelli, n.d.r.) che politicamente poteva rappresentare il suo riferimento in giunta. Una guerra tutta interna in Fratelli d’Italia, a questo punto, visto che il consigliere Riccardo Ambrosetti invece ha accresciuto le sue deleghe…”