Si è svolto questa sera il Consiglio Comunale presso la Sala della Ragione.

Prima dell’inizio ufficiale dei lavori il sindaco Daniele Natalia richiesto al Consiglio di raccogliersi per un minuto di silenzio per commemorare l’agente di Polizia Alessandro Lombardi, morto a causa della Covid19. Il primo cittadino ha scritto sulla sua pagina Facebook: “prima dell’inizio dei lavori del Consiglio Comunale ho voluto ricordare, con un minuto di silenzio accolto da tutti i consiglieri ed assessori,  il compianto agente della Polizia di Stato Alessandro Lombardi venuto a mancare nelle scorse ore.

Ad unirmi ad Alessandro non era solo la conoscenza personale ma anche il profondo rispetto per il suo spirito di servizio che ho avuto modo di valutare nei numerosi incarichi da lui svolti ad Anagni nel corso di manifestazioni ed eventi pubblici.

Quando un amico, un servitore dello Stato, viene a mancare improvvisamente, per di più a causa del Covid, è sempre un grande dolore. Alle mie condoglianze alla famiglia, ai colleghi e alla Polizia di Stato, unisco quelle degli amministratori comunali e della città di Anagni tutta”.

Il sindaco ha poi voluto comunicare in città, al momento attuale, sono presenti 20 positivi al Covid-19 ma che sono tutti sotto controllo.

All’apertura dei lavori il presidente del Consiglio Giuseppe De Luca ha ritirato il primo punto all’O.d.G. relativo alla “Costituzione servitù a favore della società Gasdotti Italia S.p.A. su terreni ubicati nel Comune di Anagni in Loc. La Macchia Est”. Il provvedimento, ha spiegato De Luca, si è reso necessario in quanto la Commissione Lavori Pubblici che avrebbe dovuto esaminarlo nella mattinata non si era riunita per mancanza del numero legale

Alla domanda della consigliera di minoranza Sandra Tagliaboschi sulle voci di possibili “rimpasti” e cambiamenti nella squadra amministrativa il sindaco Natalia ha risposto che non era nelle competenze dell’odierno Consiglio Comunale parlare di questioni di tipo politico, ed inoltre e in ogni caso che le eventuali scelte politiche della maggioranza non devono essere anticipate a chi sta in minoranza

Si è poi passati alla discussione relativa all’O.d.g. che riguardava “Eventi meteorologici avversi del 02 e 03 gennaio 2021 – Lavori in somma urgenza per la messa in sicurezza di terreno lungo la Via Calzatora a seguito di smottamento – ai sensi dell’art. 163 del D.Lgs. 50/16 e s.m.i. – riconoscimento della spesa”. Il sindaco Daniele Natalia ha spiegato, rispondendo alle domande dei consiglieri di minoranza, che l’Amministrazione ha provveduto immediatamente dopo lo smottamento a richiedere alle autorità superiori lo stato di calamità naturale ed anche, oltre ad aver effettuato i lavori di messa in sicurezza in somma urgenza, a cercare un “modus operandi” con enti quali il Ministero dell’Ambiente, la Regione Lazio ed il Genio Civile, ognuno per le sue competenze, per risolvere quanto prima la problematica e consentire nuovamente la viabilità lungo Via Calzatora previa nuova regimazione delle acque.

Al provvedimento hanno votato favorevolmente la maggioranza compatta ed i consiglieri di minoranza Vecchi e Necci, contrari i consiglieri Tasca, Fioramonti e Tagliaboschi (con il consigliere Di Giulio assente giustificato dalla seduta odierna per motivi lavorativi).