Ieri – a Ferentino – i Carabinieri della locale Stazione hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Frosinone nei confronti di D.D.I., cittadino romeno 39enne residente a Fumone, per il reato di maltrattamenti in famiglia, ai danni della convivente 37enne di Ferentino.

La vicenda trae origine da una violenta lite tra i due soggetti risalente al mese di luglio scorso, a seguito della quale entrambi finirono in ospedale di Frosinone per le lesioni riportate nell’occorso e la donna tratta in arresto poichè aveva colpito il compagno con un oggetto.

Nel prosieguo delle indagini si accertò il reato di maltrattamenti in famiglia a carico di D.D.I. nei confronti del quale venne emessa la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla parte offesa. In seguito i due sono ritornati a convivere in una calma apparente, ma ben presto si manifestavano comportamenti persecutori nei confronti della donna costretta a chiedere l’intervento dei Carabinieri di Alatri.

Dopo tale episodio l’uomo ha manifestato il suo disappunto attraverso reiterati comportamenti persecutori e vessatori scaturiti in minacce nei confronti della donna e del figlio nonchè il danneggiamento dei veicoli in uso alla medesima compagna ed ai suoi familiari.

La donna formalizzava denuncia presso i Carabinieri di Ferentino che, percorrendo l’intera vicenda giudiziaria, chiedevano ed otteneva dall’Autorità Giudiziaria l’aggravamento della misura cautelare del divieto di avvicinamento alla parte lesa, con quella della custodia cautelare in regime degli arresti domiciliari.