I Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Cassino, in collaborazione con quelli delle stazioni di Sant’Apollinare e della Città Martire, hanno identificato e denunciato un 39nne, residente a San Ambrogio sul Garigliano che nella notte tra il 16 e il 17 scorso, esplodendo colpi di arma da fuoco, ha danneggiato la porta blindata d’ingresso di un’abitazione di un residente della zona.

I militari, a seguito di una intensa e incisiva attività investigativa, preso atto dello stato dei luoghi e della posizione geografica dell’unità abitativa, anche attraverso la ricostruzione della traiettoria dei proiettili, hanno individuato la proprietà del 39nne come il luogo da cui potevano essere stati esplosi i colpi nella circostanza.

Il 39nne ha immediatamente ammesso le proprie responsabilità dichiarando di aver sparato con il fucile “solo alcune cartucce” nel tentativo di  colpire alcuni cinghiali che si trovavano in un campo adiacente. 

All’esito della immediata perquisizione domiciliare a casa dell’uomo, i Carabinieri hanno rinvenuto una carabina Benelli Franchi di libera vendita regolarmente denunciata. L’arma è stata sequestrata e alla luce delle evidenze emerse, a carico dell’uomo è scattato il deferimento in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Cassino: dovrà rispondere di danneggiamento, detenzione abusiva di munizioni ed esplosioni pericolose.