Investimenti per oltre 110 milioni di euro nel piano triennale delle opere pubbliche. Finanziamenti per 80 milioni di euro sulla viabilità provincialecon 6 accordi quadro e 74 milioni di euro da utilizzare per l’edilizia scolastica, oltre a un nuovo bando per la raccolta differenziata nei Comuni per oltre 6 milioni di euro.

Il bilancio di previsione 2022-2024, che ha ottenuto il primo via libera da parte del Consiglio provinciale  nella seduta ultrarapida di questa mattina, racconta del grande e proficuo lavoro portato avanti dal presidente Pompeo negli anni del suo mandato, con un obiettivo importante assolutamente centrato: quello di restituire alla Provincia la dignità istituzionale che merita, dimostrando non solo che è un Ente efficiente e strategico ma che risponde  completamente alla funzione di ‘Casa dei Comuni’. 

“Questo bilancio di previsione – è il commento del presidente Pompeo – è il nostro strumento principale per la programmazione e la pianificazione, anche alla luce di un’opportunità che potremmo senza timore definire ‘irripetibile’: la sfida del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza che non solo ci consente di catalizzare risorse importanti ma che, con una programmazione e pianificazione organica e strategica, ci invita a disegnare il territorio del futuro, attraverso progettazioni che non avremmo potuto immaginare senza uno strumento come quello del Pnrr. Per quanto riguarda le competenze dirette del nostro Ente, l’obiettivo è quello di rendere le nostre strade sempre più sicure, eliminare le criticità, trasformare il sistema delle infrastrutture in un volano di sviluppo a servizio delle imprese.  Centralità è stata data anche alle strutture scolastiche, il luogo dove crescono i nostri figli e dove si forma la futura classe dirigente. Necessario, dunque, garantire i più elevati standard di sicurezza ma anche edifici e attrezzature moderne per una formazione adeguata e più competitiva dei ragazzi. Un altro settore a cui abbiamo dedicato e stiamo tuttora dedicando attenzione è l’ambiente: in questi anni abbiamo puntato su un obiettivo fondamentale quale il potenziamento della raccolta differenziata, mettendo a disposizione dei Comuni risorse fondamentali per l’acquisto delle attrezzature e dei servizi.  Continuiamo a potenziare la raccolta differenziata sui nostri Comuni attraverso un nuovo bando che metterà a disposizione delle Amministrazioni oltre 6 milioni di euro per implementare il servizio, anche sulla scorta delle tante isole ecologiche che i nostri Comuni hanno attivato, grazie ai fondi erogati dalla Provincia. Risultanti sempre più incoraggianti sono quelli che arrivano dalla Stazione Unica Appaltante della nostra Provincia, scelta da Upi e Università di Perugia – che hanno condotto uno studio di approfondimento sulle S.U.A. delle Province italiane – come ‘modello’ da esportare tra i servizi di Area Vasta forniti ai Comuni.  Un grande lavoro che emerge se solo si guardano i numeri: nel 2016 le gare d’appalto effettuate dalla S.U.A. erano 20 per un importo complessivo di circa 7 milioni e 600 mila euro. Nel 2020 siamo arrivati a contarne 92 per oltre 32 milioni di euro. Ad oggi sono circa 50 gli Enti che hanno firmato la convenzione per la gestione di gare per lavori, servizi e forniture.  Ultima novità in questo ambito, approvata solo qualche giorno fa, è il nuovo albo dei Commissari di gara, istituito al fine di assicurare uno svolgimento delle procedure di gara nel rispetto dei principi di trasparenza, parità di trattamento, non discriminazione e rotazione.

In conclusione: questo bilancio, così come è strutturato, non solo consentirà all’Amministrazione provinciale di continuare a svolgere il suo ruolo con una sempre maggiore incisività e centralità sullo scacchiere istituzionale, ma soprattutto è lo strumento per garantire ai 91 comuni del territorio servizi fondamentali per lo sviluppo e la crescita, anche e soprattutto attraverso le eccezionali opportunità offerte dal Pnrr, una sfida che la Provincia ha immediatamente accettato, istituendo, seconda in Italia dopo quella di Monza e Brianza, una task force interna che, coadiuvata da una Fondazione specializzata in bandi e progettazione, assiste le Amministrazioni locali sin dalla prima fase della progettazione. Rendere più competitivo e attrattivo il nostro territorio, difenderne gli interessi, valorizzarne le peculiarità, evidenziarne le eccellenze anche fuori dai confini nazionali – conclude il presidente – sono le battaglie da vincere insieme, convogliando energie e competenze in un lavoro di squadra a prescindere dall’appartenenza politica. Per quanto mi riguarda questo è il compito di un amministratore locale, una missione che, insieme al Consiglio, ho portato avanti negli anni dei miei due mandati e che continuerò fino alla fine”.

“Conti in perfetta regola, – è la dichiarazione del consigliere provinciale delegato al Bilancio, Luigi Vacana –  a partire da un avanzo di amministrazione di oltre 24 milioni d’euro e una disponibilità di cassa che al 31 dicembre è stata superiore ai 44 milioni d’euro. Approviamo così un piano straordinario di oltre 110 milioni in una visione politica di responsabilità e consapevolezza nei confronti del territorio e dei suoi abitanti. Abbiamo l’obiettivo di incidere concretamente rispetto alle esigenze delle nostre comunità: viabilità, edilizia scolastica, ambiente, ma anche cultura e promozione del territorio. Con questi numeri, il ruolo delle Province non è più in discussione”.

PROVINCIA, IL CAPOGRUPPO DEL PD PITTIGLIO SUL PRIMO OK AL BILANCIO DI PREVISIONE: “STRUMENTO CHE CERTIFICA L’OTTIMO LAVORO DI QUESTA AMMINISTRAZIONE
E LA VISIONE ‘FUTURISTA’ DEL PRESIDENTE ANTONIO POMPEO”

“Il primo ‘sì’ al bilancio di previsione 2022-2024, arrivato oggi dal Consiglio provinciale, non fa che confermare l’ottimo lavoro svolto dall’Amministrazione provinciale sotto la guida del presidente Antonio Pompeo. I numeri dello strumento finanziario più importante dell’Ente, infatti, denotano non solo una grande e costante attenzione ai due settori chiave  – quali la viabilità e l’edilizia scolastica – con una mole di finanziamenti che rispondono al proficuo dialogo e all’efficace interazione anche con gli enti sovraordinati. Ma sono cifre che testimoniano l’impegno profuso dal presidente Pompeo nel rendere la Provincia un anello di congiunzione sempre più necessario, efficiente e strategico tra i Comuni e lo Stato centrale. Un territorio variegato e ricco come il nostro, con esigenze molteplici e necessità derivanti anche dai due difficili anni di pandemia, finalmente è al centro di azioni e misure economiche che concretamente rispondono ai bisogni delle comunità, grandi o piccole che siano. A ciò si aggiunga l’encomiabile lavoro sul Pnrr che la Provincia ha messo in campo: quello dei prossimi anni sarà un Ente declinato al futuro, con un’incidenza sempre più forte non soltanto sui singoli territori ma anche nel panorama istituzionale, riconquistando il ruolo che le è proprio a partire dai dettami della Costituzione italiana. Il gruppo del Partito Democratico, che mi onoro di rappresentare in Consiglio provinciale e che ha votato compatto e convinto il bilancio di previsione, esprime grande apprezzamento per il bilancio e per il lavoro portato avanti dal presidente Antonio Pompeo”.

Così il capogruppo del Pd in Consiglio provinciale, Enrico Pittiglio, in merito all’adozione del bilancio di previsione 2022-2024 di questa mattina.