Piglio

“Dopo tante segnalazioni, comunicazioni, interrogazioni consiliari e forse anche qualche denuncia da parte dei cittadini qualcosa si è mosso“; lo scrive in una nota inviata a questa redazione il consigliere di minoranza pigliese Roberto Neccia

“Finalmente – spiega l’esponente della minoranza – a piazza I° Maggio qualche buca è stata rattoppata, e parte dei giochi dei giardini comunali sono stati ripristinati. Non abbiamo la presunzione di pensare che tutto è avvenuto grazie a noi ma siamo convinti che se non ci fossero stati i nostri solleciti forse oggi la situazione non sarebbe cambiata visto che per due anni non abbiamo mai smesso di incalzare il sindaco e l’amministrazione affinché fosse ripristinata quel minimo di sicurezza necessaria a garantire l’incolumità dei nostri concittadini, grandi e piccini”.

E, continuando a parlare di sicurezza stradale, il consigliere Neccia aggiunge: “era luglio 2020 quando il sindaco di Piglio, in occasione dell’installazione di un semaforo nei pressi della scuola materna di Romagnano, attraverso un articolo pubblicato su un giornale on line dichiarava: “una misura adottata per salvaguardare l’incolumità dei pedoni, nonché innalzare il livello di sicurezza delle strade a scorrimento veloce insistenti all’interno del territorio comunale specie qui dove persiste una scuola materna […]. Nella sua operatività quest’amministrazione ha posto sempre particolare attenzione per la sicurezza stradale, e questo nuovo intervento ne è parte integrante”. 

Peccato che il semaforo tanto declamato dal sindaco di Piglio è spento e non funzionante da oltre un anno e, se non si interviene immediatamente, forse tra qualche giorno una delle due paline cadrà a terra dato che, come si può vedere dalla foto, pende pericolosamente da un lato. Ma tanto a pagare saranno sempre i cittadini di Piglio“.

Conclude, infine, il consigliere Neccia: “purtroppo c’è ancora tanto da fare, a cominciare dalla pulizia e taglio delle siepi a bordo strada, e in questo il nostro comune non fa certo la parte del leone. Basta vedere la foto allegata per capire la differenza con i comuni limitrofi. Non c’è bisogno di spiegare quale lato della foto rientra nella competenza del comune di Piglio”.