Sara’ un weekend storico  che rimarra’ negli annali del prestigioso motoclub “ciociaro”  quello  del 11-12 giugno 2022. Presso l’autodromo Paul Ricard a Le Castellet in Francia si terrà la 13^ edizione del Sunday Ride Classic, una prestigiosa manifestazione che attiene a tutto ciò che riguarda il motociclismo classic e vintage  con una folta presenza di campioni di ieri e di oggi.

Tra le tante iniziative che si terranno durante la manifestazione, particolare importanza riveste la gara della Endurance Classic valida come prima prova dell’ EuropeanEndurance classic 2022.

Gara molto sentita ed emozionante perché si svolgerà in notturna con una durata di 4 ore e vedrà la presenza, tra gli oltre 40 equipaggi, anche dei due Team che difenderanno i colori del Motoclub Ferentino: lo Zafo Racing Team ed il Parravano Corse.

Lo Zafo  Racing Team

Lo Zafo  Racing Team, schierera’ i piloti Mario Tersigni, Diego Colella  e Gianni Di Sarra e  parteciperà nella categoria Classic riservata alle moto costruite fino al 1981 con una Suzuki 1000. A gestirlo dal box il D.S. Angelo Tersigni coadiuvato da Antonio Tersigni.

Il Parravano Corse

Il Parravano Corse

Il Parravano Corse, schierera’ i piloti Daniele Parravano, Francesco Cianfarani e Nico Bonifacio e prenderà il via nella classe Open per le moto costruite fino al 1989 con una Ducati 1000. Ad Andrea Cianfarani la  responsabilita’ della gestione meccanica del team mentre Antonio Di Carlo questa volta si occupera’ della gestione organizzativa. 

Alla gara parteciperanno teams di tutta europa con le moto ufficiali ed i piloti che già hanno corso a suo tempo nell’endurance.

“ il sogno nel cassetto da tanti anni che  diventa realta’,  partecipare ad una gara del Campionato europeo endurance per il Motoclub Ferentino con due equipaggi schierati al nastro di partenza sara’ qualcosa che rimarra’ nella storia e negli annali motociclistici, portare il nome di Ferentino oltre i confini e’ qualcosa di strabiliante. Andremo per cercare di fare qualcosa di importante, il podio sarebbe l’apoteosi, i presupposti per far bene ci sono tutti. Oggi posso orgogliosamente affermare che mi sono sdebitato con i miei “ragazzi” gli avevo promesso una gara europea e ho mantenuto l’impegno grazie anche ai tanti “amici benefattori” che mi hanno aiutato nell’intento” le parole del presidente Massimo Datti