In vista dell’estate, FlixBus torna a scommettere sul Frusinate e porta a circa 50 il numero delle località collegate con il territorio.

L’estensione delle tratte permetterà ai passeggeri ciociari di ampliare le proprie opportunità di viaggio, e allo stesso tempo consentirà ai visitatori di raggiungere più facilmente la provincia.

Coerentemente con la volontà di supportare il turismo incoming e contribuire attivamente alla valorizzazione del patrimonio locale, la società lancia anche le prime tratte regionali tra Roma e Frosinone: raccogliendo i flussi dei visitatori in arrivo nella Capitale, queste rotte permetteranno di agevolarne gli spostamenti verso il Frusinate, con la creazione di nuovi itinerari.

Il consolidamento della rete sul territorio ciociaro rientra nella generale espansione della rete di FlixBus perseguita a livello nazionale, attuata come sempre nel rispetto di un esaustivo protocollo di sicurezza e con un occhio di riguardo per i medi e piccoli centri: non a caso, il 40% delle fermate FlixBus in Italia si trova in località con meno di 20.000 abitanti.

Consolidata la rete in Ciociaria per l’estate: al via la tratta regionale Roma-Frosinone

La principale novità in Ciociaria è rappresentata dal lancio delle primi collegamenti tra Roma e Frosinone, operativi fino a quattro volte al giorno con tempi di percorrenza da soli 55 minuti.

Grazie a queste tratte, i visitatori diretti a Roma a bordo di FlixBus potranno proseguire con facilità il proprio viaggio verso il territorio frusinate, che potrà beneficiare di nuovi arrivi e godere di ricadute positive a livello di turismo locale.

In tal senso, il potenziale di queste rotte emerge soprattutto se si considera il numero di autobus che ogni giorno raggiungono Roma, attualmente collegata con più di 200 città in Italia e all’estero.

Inoltre, vengono potenziati i collegamenti diretti tra Frosinone e le altre regioni italiane, sempre a vantaggio dei passeggeri ciociari e del territorio stesso.

Tra i grandi centri collegati con il capoluogo, si possono citare MilanoNapoliBolognaFirenzeTorinoGenova e Bari. In particolare, la frequenza sui collegamenti con Napoli sale a fino cinque corse al giorno, e raddoppiano anche le connessioni con Milano e Firenze, ora collegate fino a due volte al giorno. 

Fra le altre città collegate con il capoluogo, si possono citare centri universitari come Parma e Modena o mete di interesse culturale come Pompei e Caserta.

Completano il quadro le tratte internazionali operative tra Frosinone e Lione, che potranno contribuire a incentivare la scoperta del territorio ciociaro anche da parte del pubblico d’Oltralpe.

Oltre a Frosinone, gli autobus verdi di FlixBus servono Cassino e Sora, in linea anche con la volontà di promuovere itinerari meno conosciuti e facilitare i flussi turistici verso l’entroterra.

Dalle due località è possibile raggiungere varie mete del litorale marchigiano, come Civitanova MarchePorto RecanatiPorto San GiorgioGrottammare e San Benedetto del Tronto, che si aggiungono ad AnconaOsimo e Loreto. Inoltre, da entrambe le città si può viaggiare verso numerose località in Abruzzo, come L’AquilaAvezzanoTeramo e Giulianova, a cui si affiancano i collegamenti operativi fra Cassino e PescaraSulmona e Chieti. Sia da Cassino che da Sora, infine, sono disponibili connessioni dirette con Napoli e Caserta.

FlixBus si consolida sull’intera Penisola: la sostenibilità resta un principio cardine

Il consolidamento di FlixBus in Ciociaria rientra nell’ambito dell’estensione perseguita a livello nazionale, con una rete di collegamenti che si estende dalla Val d’Aosta alla Sicilia.

Come sempre, nella pianificazione della rete, è stato adottato un approccio alla pianificazione fortemente intermodale: focalizzandosi sui collegamenti con le autostazioni e stazioni cittadine e gli aeroporti, FlixBus si ispira alla visione di una grande rete di mobilità integrata in cui l’uso combinato di più mezzi collettivi si sostituisca a quello dell’auto, con benefici per l’ambiente.

In particolare, la possibilità di sinergie modali col trasporto pubblico locale presso le autostazioni e le stazioni ferroviarie cittadine consentirà ai visitatori di esplorare con facilità le aree attigue senza ricorrere alla propria auto privata, in linea con l’ideale di un turismo lento e di prossimità, caratterizzato da un impatto ambientale ridotto e da un approccio immersivo al viaggio.

Una rete globale che collega circa 40 Paesi in tutto il mondo

Contemporaneamente al rafforzamento della rete in Italia, FlixBus continua la propria espansione anche a livello globale.

Al momento gli autobus verdi collegano circa 40 Paesi in tutto il mondo, operando anche in Nord e in Sud America, oltre che in tutta Europa. L’ultimo Paese a essere integrato nella rete globale di FlixBus, in ordine di tempo, è stato il Canada, che ha segnato un altro passo significativo nel processo di internazionalizzazione della compagnia europea al di fuori del continente di origine.

In questo senso, lo sbarco sul mercato canadese segue l’arrivo in Brasile, avvenuto a dicembre, e il consolidamento negli Stati Uniti a ottobre.

A proposito di FlixBus 

FlixBus è un giovane operatore europeo della mobilità. Dal 2013 offre un nuovo modo di viaggiare, comodo, green e adatto a tutte le tasche. Con una pianificazione intelligente della rete e una tecnologia superiore, FlixBus ha creato la rete di collegamenti in autobus intercity più estesa d’Europa, con oltre 400.000 collegamenti al giorno versooltre 5.000 destinazioni in circa 40 Paesi

Fondata e avviata in Germania, la start-up unisce esperienza e qualità lavorando a braccetto con le PMI del territorio. Dalle sedi di Milano, Monaco di Baviera, Berlino, Parigi, Zagabria, Stoccolma, Amsterdam, Aarhus, Praga, Budapest, Los Angeles, Madrid, Bucarest, Varsavia, Bruxelles, New York, Kiev, Belgrado, Lisbona, Norimberga, Istanbul, Londra, San Paolo e Sofia, il team FlixBus è responsabile della pianificazione della rete, del servizio clienti, della gestione qualità, del marketing e delle vendite, oltre che dello sviluppo del business e tecnologico. Le aziende di autobus partner – spesso imprese familiari con alle spalle generazioni di successo – sono invece responsabili del servizio operativo e della flotta di autobus verdi, tutti dotati dei più alti standard di comfort e di sicurezza. In tal modo, innovazione, spirito imprenditoriale e un brand affermato della mobilità vanno a braccetto con l’esperienza e la qualità di un settore tradizionalmente popolato da PMI. Grazie a un modello di business unico a livello internazionale, a bordo degli autobus verdi di FlixBus hanno già viaggiato milioni di persone in tutta Europa, e sono stati creati migliaia di posti di lavoro nel settore.

www.flixbus.it/azienda