I giovani e la politica attiva. Caratteristiche, abilità ma anche proposte, idee e contributi dei ragazzi che si sono avvicinati alla vita amministrativa e politica. Un focus su coloro che già occupano cariche all’interno di uno o più enti locali e che aspirano a continuare questo percorso.

Sono questi alcuni dei temi al centro di un nuovo appuntamento organizzato dall’associazione ‘Volume’, ideata da Antonio Pompeo, che venerdì 17 giugno, alle ore 18, nella splendida location di Villa Gasbarra, a Ferentino, ha organizzato un incontro dedicato proprio ai giovani amministratori della sua città. A fare da cornice all’iniziativa una platea di tanti ragazzi.

Pompeo non è nuovo a iniziative e manifestazioni declinate sui giovani: ha improntato la sua attività amministrativa e politica proprio sulla necessità di coinvolgere le nuove leve che saranno la classe dirigente di domani, “della quale – ha sempre detto – non bisogna avere paura. È con loro che dobbiamo lavorare perché saranno i protagonisti del futuro”.

Una sorta di tavola rotonda, quella di venerdì prossimo, alla quale siederanno l’assessore a Turismo, Cultura e Commercio, Angelica Schietroma; l’assessore alle Manutenzioni, Giuseppe Virgili; il presidente del consiglio comunale, Claudio Pizzotti; il consigliere comunale e presidente del consiglio provinciale, Luca Zaccari; la consigliera comunale, Paola Fiorini e il consigliere comunale Alessandro Cellitti.

A dialogare con loro saranno Valentina Di Marco e Francesco Pompeo.

Al termine dell’incontro, nel corso del quale saranno affrontati diversi temi relativi alla vita amministrativa e al futuro di Ferentino, ci sarà tempo per intrattenersi tra uno spritz e un po’ di buona musica.

“Dopo il Pnrr, il focus sulle donne e la cultura – spiega Antonio Pompeo, fondatore dell’associazione – ‘Volume’ si declina sul mondo dei giovani amministratori, coloro che sono già impegnati nell’attività pubblica e che hanno voglia, energia e grinta per continuare il percorso intrapreso. Anche io mi sono avvicinato alla politica da ragazzo, affascinato da un mondo che vedevo ad esclusivo appannaggio ‘dei grandi’ ma che mi aveva sempre incuriosito, probabilmente anche per la grande passione che ne aveva mio padre. Credo molto nelle capacità e nel potere di rinnovamento dei giovani: l’esperienza, nella vita amministrativa, è certamente un valore aggiunto ma è anche vero che per averne bisogna che qualcuno te ne dia la possibilità, ascolti le tue proposte, valuti le tue idee. Noi, con ‘Volume’, vogliamo fare esattamente questo: ascoltare i giovani e dare loro la possibilità di confrontarsi, di esprimersi, di distinguersi. ‘Ferentino guarda al futuro’ non è solo il titolo dell’incontro: è quello che la nostra città sta facendo. E loro, i giovani, ne saranno protagonisti”.