Si è tenuto questa mattina in prefettura l’incontro chiesto ed ottenuto dal sindacato UGL per la vertenza TM logistica di Anagni.
Alla presenza del prefetto di Frosinone dott. Ernesto Liguori, si sono confrontati i rappresentanti dell’azienda Tm Logistica, il segretario provinciale della UGL Enzo Valente, il segretario regionale UGL terziario Amedeo Gismondi, e collegati in videoconferenza i rappresentanti delle due committenti Unicoop Tirreno e Alleanza 3.0.


“Nulla di fatto nell’incontro visto che le committenti non hanno saputo rispondere ad alcuna considerazione dei sindacalisti adducendo non precisati motivi economici come base per la decisione di chiudere il sito logistico di Anagni“, si legge in una nota inviata a questa redazione dall’UGL di Frosinone.


“Siamo delusi – spiegano Valente e Gismondi – perché ad oggi ancora non è chiara la motivazione che ha portato alla drastica decisione di terminare l’attività. I paventati problemi economici non sono stati mai in alcun modo comunicati in precedenza alla nostra organizzazione sindacale, per questo restiamo piuttosto perplessi. Abbiamo ottenuto la convocazione del tavolo politico in Region 21 giugno“.


“I prossimi giorni saranno decisivi abbiamo bisogno di capire quale sarà il percorso, le due coop non possono scaricare le responsabilità sulla Tm Logistica ma devono contribuire a trovare soluzioni per i 150 dipendenti e dirci come intendono risolvere la problematica. Non permetteremo che si defilino lasciando la vertenza sulle spalle degli altri. Ci preme ringraziare il Prefetto per l’impegno e la sensibilità dimostrata in questa situazione“, concludono i due esponenti sindacali.