Due denunce in pochi giorni, una per furto l’altra per tentato furto: a presentarle alla caserma dei Carabinieri di via G. Giminiani di Anagni, i responsabili di Rete d’Impresa Città di Anagni, la rete di imprenditori che hanno ideato ed investito sul progetto di e-bike ad Anagni. 

“A sole 24 ore dall’attivazione del servizio – raccontano gli stessi responsabili – una della e-bike a disposizione degli utenti nel parcheggio multipiano di via della Sanità è stata rubata; questa notte, la notte – cioè – tra venerdì 17 e sabato 18 giugno – ignoti hanno nuovamente provato a mettere fuori uso i dispositivi che assicurano il mezzo alle apposite ringhiere; stavolta, però, fortunatamente, non ci sono riusciti. Resta comunque il danno che, a breve, provvederemo a riparare”. 

Anagni – lo ricordiamo – si è dotata da qualche giorno di tre postazioni e-bike: al multipiano San Giorgetto, in via Piscina e in viale Regina Margherita. 

Un servizio particolarmente apprezzato dalla cittadinanza che, ce lo auguriamo tutti, potrebbe rappresentare un importante primo passo verso una mobilità più sostenibile all’interno delle mura storiche della città

Le indagini

I Carabinieri della Compagnia di Anagni agli ordini del magg. Matteo Demartis stanno vagliando attentamente le immagini delle telecamere di videosorveglianza installate nell’area dove sono stati messi a segno il furto e dove si è provato a portare a compimento l’altro e non è detto che entro breve, brevissimo tempo si possa già procedere nei confronti del responsabile o dei responsabili. 

“Nei prossimi giorni – fanno sapere ancora i responsabili di Rete Impresa – doteremo i nostri mezzi di un dispositivo invisibile, leggero e intelligente in grado tracciare la posizione delle e-bike in tempo reale sulla mappa geolocalizzandole indoor anche in assenza del segnale GPS“.