Sabato prossimo, 21 Maggio, alle ore 17:30, presso lo storico Palazzo Giorgi Roffi Isabelli di Ferentino, prenderà il via il ciclo di cinque appuntamenti promossi dall’associazione Nazione Futura costituenti il premio “Città di Saturno”, un riconoscimento simbolico a una delle personalità che hanno elevato il prestigio del territorio grazie al loro contributo in ambito artistico e professionale.

L’iniziativa fonde mito e storia, perché il nome stesso del riconoscimento va cercato nella tradizione millenaria di cinque antiche città della provincia di Frosinone (Alatri, Anagni, Arpino Atina e Ferentino), le quali, secondo la mitologia pre-romana, sarebbero state fondate dal dio Saturno nella mitica Età dell’Oro e la cui testimonianza odierna è rappresentata da complesse opere megalitiche che si trovano in ognuna di esse; inoltre, in queste Città si svolgerà un evento a cui presenzieranno ospiti diversi ed in cui verrà assegnato il titolo di Ambasciatore delle Città di Saturno ad un cittadino originario del luogo, come detto, ritenuto particolarmente meritevole e rappresentativo. 

Ognuno degli incontri, inoltre, è incentrato attorno un tema su cui si aprirà un confronto: per Ferentino il tema scelto è “satira e libertà” e ci pone davanti una riflessione non da poco, considerato che, specialmente negli ultimi anni, se n’è fatto spesso un uso improprio giustificandolo come libertà di espressione oppure, e persino al contempo, rendendola oggetto di pesante critica perché considerata eccessiva rispetto ai temi trattati. Proprio per la difficoltà dell’argomento, il quale si presta a molteplici interpretazioni, è stato invitato Federico Palmaroli, celeberrimo autore di “Le più belle frasi di Osho”, uno dei più noti autori satirici del momento e che, proprio grazie alla satira, ha messo a nudo la politica italiana, sempre a cuor leggero e cercando sempre di strappare un sorriso ai lettori.

Durante l’incontro verrà eletto ambasciatore della Città di Saturno, alla memoria, l’artista Vincenzo Ludovici, la cui  testimonianza è visibile non solamente in tutte quelle opere e iniziative realizzate per la città, ma soprattutto per la capacità espressiva che ha ben travalicato i confini cittadini pur mantenendo, chiaramente e ineludibilmente, la sua volontà di mostrarsi un portatore della cultura della sua città. 

“Il ciclo di eventi che abbiamo ideato  – dichiara Daniele Dell’Orco (Segretario nazionale dell’associazione Nazione Futura – vuole creare punti di raccordo tra alcuni dei paesi gioiello della Ciociaria e allo stesso tempo portare sui territori alcuni dei temi che da sempre caratterizzano l’attività di idee che Nazione Futura sviluppa in chiave nazionale: tutela dell’ambiente, riqualificazione dei borghi, diffusione della cultura e attenzione per i temi etici e sociali”. 

“Il Premio Saturno – spiega Andrea Amata, responsabile territoriale dell’associazione Nazione Futura e Consigliere provinciale – propone all’attenzione pubblica il giacimento culturale di cui dispone il territorio e su cui si dovrebbero progettare iniziative di valorizzazione per generare effetti strutturali sull’economia locale”.