“Era luglio 2020 quando abbiamo segnalato per la prima volta lo stato di degrado in cui versa il nostro paese. In quell’occasione, tra le altre cose, abbiamo segnalato lo stato di abbandono e di degrado in cui versavano i giardini comunali, con giochi rotti o malfunzionanti al punto tale che, invece di essere un punto di svago e di giochi, rappresentavano un serio pericolo per l’incolumità dei più piccoli.

A distanza di due anni le cose non sono cambiate“; a scriverlo, in una nota inviata alla nostra redazione, è il consigliere comunale di minoranza Roberto Neccia il quale spiega che “l’amministrazione, proprio in questi giorni ha pensato bene di inibire l’uso dei giardini apponendo un avviso con il quale “giustifica” la chiusura con la scusa di lavori in corso per manutenzione ma, stando a quanto ci segnalano i cittadini, di lavori non si vede ombra e in effetti non mi risultano determine di affidamento dei lavori pubblicate sull’albo pretorio del comune“.

Secondo Neccia, “l’amministrazione Felli non è nuova a questi comportamenti e come già fatto per piazza I° maggio, via Casalotto ecc., basta un segnale di lavori in corso e il problema è risolto. Tanto a pagare sono sempre i cittadini“.

piazza I maggio

Aggiunge, poi, Neccia: “a proposito di piazza I maggio anche in questo caso non si contano le segnalazioni fatte, eppure non si spiega il motivo per cui l’amministrazione Felli non fa nulla per mettere in sicurezza tutta l’area che, oramai, è al limite della praticabilità dato che non è rimasto un solo metro di pavimentazione integra. Aspettiamoci l’ennesimo segnale di lavori in corso, sempre se ce ne sono ancora disponibili, e il gioco è fatto“.