Minerva scarl, società pubblica di igiene urbana dei Comuni di Colleferro, Segni, Labico, Genazzano, Carpineto Romano, Nemi, Gorga, Gavignano e Capranica Prenestina, nei mesi scorsi aveva proceduto, dopo una gara ad evidenza pubblica per la fornitura di nuovi mezzi, a fare aggiudicazione definitiva per i servizi rivolti ai nove comuni soci. La fornitura non si era potuta però concretizzare e formalizzare definitivamente per uno dei quattro lotti della gara, oggetto di un ricorso effettuato da uno dei partecipanti.

E’ del 30 Maggio la sentenza del Tar Lazio che ha definitivamente rigettato il ricorso presentato da un’azienda privata contro il consorzio Minerva, difeso dall’avvocato Silvio Crapolicchio. La sentenza è immediatamente esecutiva pertanto il consorzio dei comuni potrà procedere con l’aggiudicazione definitiva e potrà continuare ancora più efficacemente il miglioramento dei servizi intrapreso con la costituzione, da parte dei Comuni, della società Minerva scarl.