Aggressioni, minacce, schiaffi e intimidazioni con il sostegno del branco. È questo il quadro portato alla luce da un’indagine effettuata dai Carabinieri di Vicalvi sotto il coordinamento della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Roma.

Un episodio registrato dai militari successivamente ad una segnalazione effettuata dalla vittima. Un 15enne ed un 16enne, entrambi di origine straniera, sono gravemente indiziati di essersi resi responsabili di una tentata rapina nei confronti di un coetaneo all’uscita di scuola.

L’atteggiamento “bullesco” con cui si sono svolti i fatti, accaduti ad Isola del Liri nello scorso mese di marzo, aveva l’intento di rapinare il biglietto dell’autobus della vittima alla presenza di altri coetanei che nulla avevano fatto per impedire quanto stava accadendo ma che anzi, come nella peggiore versione della corresponsabilità, avevano filmato l’accaduto lasciandosi anche andare a dei commenti: menagli che ti faccio diventare famoso”.

Il Giudice ha disposto il collocamento presso una comunità per uno dei due e la permanenza presso il domicilio per l’altro.

Da qui l’avviamento di un percorso informativo e di recupero su tutti i ragazzi, per far sì che comprendano il disvalore degli atti posti in essere. Con il concorso degli operatori sociali si punterà non solo a che non li ripetano ma a far diventare loro stessi testimoni della pericolosità e dannosità di certi comportamenti.