Il 19 luglio 2020, è stato annunciato l’inizio del programma pedagogico “Reconnecting with your culture” promosso dal centro di ricerca internationale EdA (Esempi di Architettura), in collaborazione con UNESCO University and Heritage e membro della New European Bauhaus e della Charter Alliance European Cultural Heritage Skills.

Si tratta di un progetto sull’apprendimento del patrimonio culturale dedicato ai bambini dai 5 ai 17 anni al fine di avvicinarli ai valori importanti della vita per rafforzare il sentimento di appartenenza. Ideato e progettato dalla professoressa italiana Olimpia Niglio dell’università di Pavia con il coordinamento dell’insegnante d’arte colombiano Kevin Alexander Echeverry, è finalizzato ad elaborare importanti riflessioni sul ruolo e sui metodi di apprendimento tesi alla valorizzazione della creatività dei bambini

Il progetto del RWYC (Reconnecting with your culture) vuole promuovere una scuola del mondo, una scuola basata su tre grandi principi: il “pensiero critico e creativo”, auspicato da Maria Montessori, il “saper essere nella società” di Don Lorenzo Milani e la “interdisciplinarità del linguaggio e la capacità di sognare” di Gianni Rodari. 

RWYC (Reconnecting with your culture) è un grande progetto pedagogico di diplomazia culturale, di inclusione sociale e di alta qualità educativa in grado di generare modalità di apprendimento permanente nel rispetto anche dei principi del “lifelong learning”, quale approccio “personale” che mira all’accrescimento del proprio bagaglio di competenze e conoscenze attraverso un percorso di autorealizzazione e quindi di alta responsabilità civica.

La scuola media dell’istituto Bonifacio VIII ha partecipato inviando un progetto, coordinato dalla prof.ssa Stefania Colantoni; il progetto è stato selezionato dalla giuria ed in particolare all’interno del progetto è stato scelto un paesaggio di Anagni rielaborato da uno studente di terza media, Pietro De Paolis che è stato premiato con la menzione speciale di “ Ambasciatore della Cultura”.

il disegno di Pietro De Paolis

La cerimonia di consegna dei certificati si è svolta ieri, festa dell’Europa, 9 maggio, alle ore 16.30 nel palazzo comunale di Anagni alla presenza del sindaco, avv. Daniela Natalia e della direzione della scuola.

Le parole del sindaco di Anagni, avv. Daniele Natalia

“In occasione della Festa dell’Europa presso la Sala Gialla del Palazzo Comunale si è svolta la cerimonia di consegna del certificato di “Ambasciatore della Cultura” al giovanissimo studente Pietro De Paolis, autore di un progetto particolarmente apprezzato dalla commissione del concorso “Hackcultura2022 – Sfida 9: Riconnettiti con la tua cultura: disegna il tuo patrimonio” alla quale ha partecipato la terza media dell’Istituto Bonifacio VIII“, è quanto dichiarato dal primo cittadino di Anagni avv. Daniele Natalia in una nota su Facebook.

“Sono stato felice di ospitare i ragazzi, i loro genitori, gli insegnanti, il Prof. Francesco Arganelli, Preside della scuola, e la Prof.ssa Anna Marsili, Presidente della Fondazione Bonifacio VIII, in occasione di una giornata così importante per la scuola ma anche per tutti noi poiché questa data ricorda il giorno del 1950 in cui vi fu la presentazione del piano di cooperazione economica che segnò l’inizio del processo d’integrazione europea”, ha poi aggiunto il sindaco. 

E, ancora: “viviamo in una società sempre più interconnessa, questo ci pone dinanzi a sfide importanti, come quella di tutelare la nostra cultura e la nostra identità, diffonderne peculiarità e valori e, contemporaneamente, essere aperti e propositivi nei confronti del mondo

Il progetto realizzato dai ragazzi della terza media dell’Istituto Bonifacio VIII, che ha nella Cattedrale e nella sua Cripta il fulcro, è stato condiviso nella rete internazionale sia del sito che delle pagine social del progetto RWYC Hackcultura2022 al quale hanno partecipato scuole provenienti da più di cento nazioni“.