25 maggio 2022: è questa la data fissata per l’inaugurazione ufficiale del nuovo impianto di estrusione per PET riciclato adatto agli alimenti che è stato realizzato dal gruppo Alpla, società produttrice di imballaggi in plastica, nella zona industriale di Anagni. 

Un investimento importante quello di ALPLA Group, azienda internazionale specializzata in imballaggi in plastica e nel loro riciclaggio che nel 2015 aveva acquisito il produttore di preforme PET Plasco.

Ad Anagni il gruppo possiede uno dei suoi principali siti per la produzione di preforme. Lo stabilimento, che conta attualmente 91 dipendenti,lavora ogni anno circa 50.000 tonnellate di PET, finora soltanto in piccola parte riciclato. In futuro le cose cambieranno e una parte rilevante del fabbisogno verrà coperta con materiale post-consumer. In questo modo, i clienti potranno ordinare preforme con una percentuale di rPET fino al 100 percento.

Per realizzare il progetto, ALPLA ha installato nello stabilimento un nuovo impianto di estrusione con una capacità annua di 15.000 tonnellate di rPET. Per la costruzione dell’impianto stesso e dell’edificio necessario per ospitarlo il gruppo ha stanziato oltre cinque milioni di euro.