E’ una comunità distrutta dal dolore quella che in questi giorni si è stretta attorno alla famiglia del piccolo Lorenzo Pizzuti, il bambino morto nel giorno di Pasquetta a seguito di un tragico incidente.

Proprio oggi – 19 aprile 2022 – Lorenzo avrebbe compiuto sei anni ma ha perso la vita nel giardino della casa di campagna in contrada Colle Conchi dove la famiglia aveva deciso di passare la Pasquetta insieme agli amici più cari.

Una festa finita in tragedia

Lorenzo è morto dopo che il quad sul quale viaggiava si è ribaltato. A guidare il mezzo c’era una amica di famiglia, 26 anni, ora indagata per omicidio colposo dalla procura di Tivoli. Il piccolo Lorenzo era al suo fianco quando, nel percorrere una strada di campagna, è rimasto schiacciato sotto il peso del quattro ruote che si è ribaltato. Nell’incidente anche la donna è rimasta ferita anche se non corre pericolo di vita. Attualmente è ricoverata presso l’ospedale di Colleferro. Il mezzo è stato posto sotto sequestro dagli inquirenti e nelle prossime ore verrà analizzato per cercare ulteriori elementi che possano chiarire la dinamica di quanto avvenuto.

L’autopsia

L’esame autoptico sul corpicino del piccolo Lorenzo – la cui salma si trova a disposizione dell’Autorità Giudiziaria nell’ospedale di Roma Tor Vergata – verrà eseguito probabilmente domani – mercoledì 20 aprile 2022 – se non addirittura dopodomani; solo dopo il via libera della Magistratura sarà possibile fissare la data delle esequie. L’incidente è avvenuto sotto gli occhi del padre del bambino, tra i primi a intervenire. Dai primi rilievi sembrerebbe che il quad si sia ribaltato a causa di un dislivello sul terreno. Ribaltandosi, il mezzo ha schiacciato il piccolo Lorenzo, comprimendogli gli organi vitali.

Il sindaco di Olevano Romano: “lutto cittadino nel giorno dei funerali”

“Tutta la nostra città è sconvolta volta e incredula per la tragedia avvenuta – ha affermato il sindaco Umberto Quaresima. Che, poi, ha aggiunto: “lo sfortunato bambino frequentava l’asilo nido comunale e la famiglia abitava in una casa nelle campagne del nostro Comune. Appena mi hanno informato dell’incidente mi sono recato sul posto insieme alla Polizia Locale ma purtroppo per il piccolino non c’era più nulla da fare. Nel giorno del suo funerale proclameremo il lutto cittadino”.