Ferentino

Questione “sicurezza” ancora in primo piano a Ferentino dove la locale sezione di Gioventù Nazionale Ferentino lamenta “la negligenza dell’amministrazione comunale per aver ignorato l’invito a partecipare al bando, promosso dal Ministero dell’Interno, per potenziare la videosorveglianza nel comune gigliato”. 

“Nella PEC inviata lo scorso novembre all’ufficio protocollo – si legge nella nota inviata a questa redazione da Gioventù Nazionale – Claudia Angelisanti, responsabile del movimento giovanile, invitava il sindaco ed il responsabile dell’Ufficio tecnico a non lasciarsi sfuggire l’opportunità di tale finanziamento”. 

Le parole di Claudia Angelisanti

“La sicurezza, in particolar modo nelle aree periferiche della città, è un tema che ci vede sempre più coinvolti sul territorio – scrive la giovane responsabile di GN Ferentino – da sempre, oltre alle idee, cerchiamo di affiancare le azioni, attraverso una collaborazione con gli amministratori per cercare di risolvere le problematiche della cittadinanza, escludendo altre questioni“.

Conclude, infine, Claudia Angelisanti: “sicuramente questa disattenzione da parte degli amministratori, continuerà a prolungare la stasi nei confronti nella questione sicurezza in città in particolare modo nei confronti delle zone periferiche sempre più colpite da episodi di microcriminalità congiuntamente al crescente e smisurato abbandono dei rifiuti”.