Gli agenti della Polizia Stradale di Cassino hanno fermato una Fiat Panda sull’autostrada A/1 con a bordo  un uomo ed una donna, entrambi con precedenti di polizia e che nel corso dell’attività di controllo mostravano un evidente nervosismo.

I poliziotti, insospettiti dalla situazione,  hanno deciso di effettuare controlli più accurati, che hanno permesso di rinvenire una busta contenente numerosi monili in oro e denaro.

Accertamenti immediati hanno permesso di risalire alla proprietaria, che era stata raggirata con la telefonata di un sedicente Direttore dell’Ufficio postale.

 Nel corso della conversazione alla donna veniva chiesto di ritirare un pacco intestato al nipote previo il pagamento di euro 1.300 ad un intermediario, al quale lei stessa consegnava soldi e oggetti in oro.

I fermati sono stai arrestati e su disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente posti agli arresti domiciliari. 

La refurtiva veniva riconsegnata alla legittima proprietaria. Dall’inizio dell’anno, a Cassino, i poliziotti hanno arrestato otto persone resesi responsabili di truffe agli anziani.