Fare rete”, questo il principio cardine che ha spinto due importanti realtà impegnate nel sociale, ad incontrarsi per un fine nobile: aiutare donne e bambini vittime di violenza. La Croce Rossa di Frosinone, a seguito della “ Giornata di raccolta del farmaco” svoltasi il 12 febbraio 2022 in varie farmacie della provincia, ha deciso di destinare parte dei prodotti farmaceutici donati dalla popolazione a “La Caramella Buona Onlus”, impegnata da 25 anni nella lotta agli abusi.

La consegna ha visto la partecipazione dei referenti delle due Associazioni e dell’Associazione informatori scientifici di Frosinone, a capo di questa bella sinergia, ed è stata occasione per visitare “La Casa Buona”, appartamento di prima accoglienza gratuita per vittime di maltrattamenti gestito dalla Caramella Buona, a cui saranno destinati i prodotti raccolti. “ Con grande onore ed immenso piacere, la CRI di Frosinone ha donato vari farmaci ed altri prodotti all’associazione “la Caramella buona” con sede ad Acuto, il cui obiettivo è quello di proteggere e salvaguardare l’incolumità fisica e psichica delle vittime di violenza – ha dichiarato Carina Bevilacqua referente dell’Area sociale della Croce rossa di Frosinone – ed, inoltre, ha aggiunto che la Croce rossa di Frosinone sarebbe lieta di continuare ad aiutare l’associazione e a potenziare le forme di assistenza e sostegno.”

“ Una donazione è sempre motivo di soddisfazione e quando arriva da una realtà così importante come Croce Rossa Italiana assume un valore ancora più rilevante – ha dichiarato Anna Maria Pilozzi responsabile delle sede di Acuto di “la Caramella Buona Onlus” – Accogliamo donne che fuggono da violenze domestiche, spesso con figli piccoli, rispondendo a tutte le loro necessità, dal punto di vista psicologico e materiale. Quest’ultimo comporta da parte nostra un impegno notevole che affrontiamo grazie alla generosità dei nostri tanti sostenitori ciociari. Chiaramente questa donazione da parte di Croce Rossa ci permette di offrire un servizio ancora più strutturato, in grado di far fronte a necessità sanitarie sempre più frequenti. Ringraziamo quindi AISF Frosinone e la Croce Rossa Italiana Comitato di Frosinone per questo gesto generoso ed esemplare, a dimostrazione che, quando si vuole, uniti, si può!”.