Ora il countdown è scattato davvero: poco più di due settimane, e si parte. Lo start è fissato alle ore 18 di sabato 14 maggio al teatro “A Manzoni”. In quel giorno si terrà la cerimonia inaugurale della 75^ edizione dei Campionati Nazionali Universitari, la terza che si svolge a Cassino, la prima dopo i due anni di stop dovuti alle restrizioni anti Covid. I quattromila atleti inizieranno ad arrivare in città dalla giornata di venerdì 13 maggio e resteranno in città fino a domenica 22 maggio. In quei dieci giorni, a Cassino ma non solo, gli alberghi sono tutti sold out. A dimostrazione che i Cnu non sono solo una kermesse sportiva: i campionati hanno ricadute importanti in termini turistici ed economici.

A mettere l’accento sulla questione è stata la consigliera regionale del Lazio Sara Battisti nel corso della conferenza stampa che si è svolta venerdì mattina nel collage della Folcara, alla presenza del presidente di Disco Lazio Alessio Pontillo, del rettore dell’Unicas Marco Dell’Isola, del presidente del comitato promotore dei Cnu Giovanni Betta, del presidente del Cus Cassino Carmine Calce, del presidente della Banca Popolare del Cassinate Vincenzo Formisano e, ovviamente, del sindaco di Cassino Enzo Salera e del presidente del Consiglio comunale Barbara Di Rollo.

“Sono stata contattata dall’Università de L’Aquila – ha raccontato Sara Battisti per dare il senso di quel che sta accadendo in questi giorni – perché a Cassino e nelle città limitrofe non si trovavano più posti nelle strutture ricettive, quindi ci siamo adoperati per dislocare queste persone in tutta la provincia di Frosinone”. Sul punto hanno  acceso i riflettori anche il sindaco di Cassino, Enzo Salera e il presidente del Consiglio Barbara Di Rollo: “Sappiamo già oggi che in quei giorni tutti gli alberghi di Cassino saranno pieni. Una grande occasione per la promozione del territorio, è la festa delle ripartenza”.

Non ha nascosto l’orgoglio il rettore Marco Dell’Isola, sottolineando la sinergia e il lavoro di squadra messo in campo tra Unicas, Comune di Cassino, Disco Lazio, Regione Lazio e i tanti sponsor che supportano la manifestazione mentre Giovanni Betta, presidente del comitato organizzatore dei Cnu ha sottolineato: “Sono certo che sarà una splendida edizione attesa da tanto tempo e per questo ancora più importante e più bella”. Il presidente di Disco Lazio Lazio Alessio Pontillo da parte sua ha garantito l’impegno dell’ente regionale per il diritto allo studio: “Disco Lazio ci deve essere perché una ripartenza senza i giovani non è una vera ripartenza. Ospiteremo nelle residenze del campus Folcara gli atleti  che verranno da tutta Italia e questo è anche un modo per incentivare quel contatto con la diversità che è funzionale con la crescita personale”.

Su tutti ha chiosato il presidente del Cus Cassino, Carmine Calce, alla regia dell’evento che prenderà il via tra due settimane: “Abbiamo oltre quattromila studenti e ci aspettiamo una grande edizione dei Cnu. Ringraziamo il presidente di Disco Lazio Alessio Pontillo che ha messo a disposizione le stanze del collage del Campus Folcara dal momento che tutte le strutture ricettive del territorio sono sold out”.

si ringrazia il collega Alberto Simone, direttore di leggocassino.it, per la cortese collaborazione nella stesura di questo articolo