Si è svolta questa mattina – venerdì 29 aprile 2022 – presso la Sala Gialla del Comune di Anagni alla presenza del Sindaco, Daniele Natalia, e della Presidente della Fondazione Bonifacio VIII, Anna Marsili, la consegna degli attestati alle 26 studentesse e studenti, accompagnati da quattro docenti, di IES Francisco Romero Vargas di Jerez de la Frontera, Cadìz, Spagna. 

Sono stati accolti dai coetanei dell’Istituto capofila Bonifacio VIII di Anagni il 24 aprile scorso e ripartiranno oggi, dopo aver partecipato a una serie di importanti laboratori e attività didattiche su  “Environmental Sustainability and STEAM”. Un progetto che rientra nel programma Erasmus+ di cui Bonifacio VIII ha ottenuto l’accreditamento e la possibilità di partecipare alla mobilità internazionale, fino al 2027, finanziata dall’Unione europea. 

Italiani e spagnoli sono stati coinvolti in cinque lezioni teoriche e relativi laboratori, per affrontare alcuni degli obiettivi dell’Agenda 2030: Obiettivo 7: energia pulita e accessibile; Obiettivo 6: acqua pulita e servizi igienici sanitari; Obiettivo 13: lotta contro il cambiamento climatico; Obiettivo 11: città e comunità sostenibili; oltre a una lezione relativa alla botanica e all’importanza di garantire spazi verdi all’interno di città o, comunque, ambienti antropizzati, per un miglior benessere psico-fisico. 

Per l’Obiettivo 7, ad esempio, hanno costruito un vero pannello solare, utilizzando cd in silicio, carta stagnola, nastro adesivo, cavi elettrici, un vetro e con dei piccoli led hanno verificato il funzionamento del pannello. Per l’Obiettivo 13, sempre con l’intendo di applicare concretamente quanto appreso in classe, è stata studiata una funzione, per definire la tassazione sui combustibili fossili e disincentivarne l’utilizzo. Infine, attraverso un’applicazione, è stato possibile verificare quanto appreso dai partecipanti durante i laboratori, con una vera e propria classifica in diretta.

Tra le visite nel territorio, oltre alla città di Fiuggi in cui studentesse e studenti spagnoli hanno soggiornato, sono stati portati alle fonti Bonifacio VIII, per conoscere l’importanza del ciclo dell’acqua, partendo proprio dalla Carta europea dell’Acqua.

“Sono felice di aver accolto nel Palazzo comunale alunni e docenti dei due Istituti – ha dichiarato il Sindaco – nell’ambito del progetto Erasmus+, impegnati sui temi fondamentali come quelli dell’Agenda 2030. Un impegno – ha aggiunto Natalia – che coinvolge anche il Comune stesso, che ha predisposto la piantumazione di alberi in zone a rischio idrogeologico, sia per migliorare la qualità dell’aria sia per rinforzare il terreno”. 

Anna Marsili, Presidente della Fondazione Bonifacio VIII ha commentato così l’iniziativa: “i laboratori sono stati un’occasione per approfondire i temi della sostenibilità, inserendo le discipline Steam, nei diversi percorsi di studio e tentare così di dare risposte concrete alle urgenze del nostro pianeta, ma soprattutto per far pensare i nostri studenti e le nostre studentesse a una società sostenibile, risultato di una economia circolare. Il progetto – ha aggiunto la Presidente – è iniziato a novembre 2021, quando alcune classi dell’Istituto Bonifacio VIII, di Anagni, si sono recate a Cadiz. Questo è un aspetto a cui la Fondazione tiene molto – ha concluso – Queste esperienze ci permettono di conoscere culture e contesti diversi da vicino e possono accrescere la sensibilità e le opportunità di questi giovani cittadini e cittadine europei che hanno vissuto un pesante isolamento sociale e culturale a causa della pandemia”.