Trascorsi sedici mesi dall’inaugurazione, entra finalmente in funzione il nuovo centro diurno per diversamente abili di via Gen. Carlo Alberto Dalla Chiesa; la data, storica – per certi versi – non solo per le tante famiglie che da anni si affidano all’assessorato ai Servizi sociali per quanto riguarda la gestione della crescita della socialità dei propri figli ma anche per l’intera città, è quella di domani, giovedì 7 aprile.

I locali dotati di ampi servizi igienici e di una piccola ma funzionale palestra sono stati allestiti con laboratori multidisciplinari e aree dove poter riposare: in questi locali, con il supporto degli operatori e degli educatori professionali saranno svolte tutte le attività tipiche dei centri Diurni, per favorire una risposta globale e integrata alle esigenze della persona disabile adulta nel proprio contesto familiare e sociale, per migliorare la sua qualità della vita, per valorizzare la sua capacità di relazione e l’apprendimento di nuove autonomie sociali, per sviluppare le proprie competenze utili ad affrontare la vita spingendo verso l’assunzione di un ruolo adulto.

Il centro è intitolato a Ivan Roiati, giovane anagnino scomparso prematuramente alcuni anni fa: la sua famiglia, in un gesto di grande dignità e di amore, lo ha donato al Comune di Anagni che attraverso le ultime amministrazioni comunali che si sono succedute ha saputo renderlo, anche investendo risorse importanti, la splendida struttura che entra in funzione domani.

Ad accogliere i ragazzi, domani, ci saranno il sindaco Daniele Natalia; Giuseppe Roiati, papà di Ivan, filantropo che tanto, tantissimo altro ha dato alla città in questi ultimi anni; la dott.ssa Laura Ciangola, coordinatrice del centro; Danilo Tuffi, consigliere comunale con delega ai Servizi sociali, primo – assieme al sindaco – a lavorare giorno e notte affinché il centro potesse essere consegnato in tempi ragionevoli, emergenza sanitaria permettendo.