Antonio Pompeo e Maurizio Berretta

“Il 2022 per la città di Ferentino non sarà soltanto un anno di cantieri aperti: il bilancio che abbiamo approvato oggi in Consiglio comunale delinea un grande dinamismo in tutti i settori, dalle opere pubbliche ai servizi sociali, dalla cultura al commercio, con nuove forme di sostegno, senza dimenticare i contributi per le bonifiche ambientali. È anche l’anno dell’avvio degli interventi per la rotatoria a Pontegrande, l’attivazione dell’isola ecologica in zona Bagnatore, la realizzazione dell’auditorium all’Itis ‘Don Morosini’, il nuovo parcheggio alla stazione ferroviaria di Ferentino, la realizzazione del nuovo cimitero, il completamento dei lavori di riqualificazione della zona di Sant’Agata, del Parco delle Molazzete e di Madonna degli Angeli”.

Commenta così il sindaco di Ferentino, Antonio Pompeo, il bilancio di previsione 2022-2024 approvato nella seduta di ieri del consiglio comunale, in cui tanti sono stati gli argomenti e i punti all’ordine del giorno che contribuiranno a rendere la città non soltanto più bella e attrattiva ma anche in grado di garantire una migliore qualità della vita ai suoi cittadini.

Un anno denso di interventi su viabilità, pubblica illuminazione, risanamento del dissesto idrogeologico e pubblica illuminazione; ma anche di cultura, con il cantiere aperto per la riqualificazione e la valorizzazione dell’antico teatro romano, che ospiterà grandi eventi da tutti i comuni della provincia. Non solo: importanti novità riguardano anche il fronte dei tributi comunali, sui quali l’Amministrazione Pompeo interviene con misure e agevolazioni, in particolare per le fasce più deboli e svantaggiate. Il Consiglio, infatti, ha approvato anche le tariffe Tari per l’anno 2022: per abbassarle e contenerle, l’Amministrazione, con risorse proprie per un ammontare di circa duecentomila euro, ha stabilito l’abbattimento della parte variabile della tariffa del 22%. Ha, inoltre, previsto un bando che istituisce agevolazioni tariffarie per le utenze domestiche svantaggiate.

Saranno riproposte agevolazioni tariffarie per i servizi a domanda individuale (mensa scolastica, trasporti ecc.). Inoltre, l’Amministrazione riproporrà i contributi per le associazioni con il bando ‘Tutto fa spettacolo’.

Sul fronte del canone unico patrimoniale, inoltre, l’Amministrazione ha stabilito anche l’esenzione per le occupazioni effettuate da associazioni senza scopo di lucro per iniziative con finalità di assistenza, previdenza, sanità, educazione, sport e ricerca; da organizzazioni di utilità sociale (onlus) per le attività istituzionali. Inoltre la Giunta ha previsto anche ulteriori esenzioni a favore degli operatori economici le cui attività (bar, ristoranti, pizzerie ecc.) siano state colpite dalla crisi legata all’emergenza pandemica.

Nella seduta di ieri, infine, è stato dato il via libera alla realizzazione dei lavori per l’auditorium dell’Itis ‘Don Giuseppe Morosini’. Si tratta, nello specifico, di un’opera caratterizzata da elevati standard di sicurezza strutturale: il progetto è finalizzato alla massima qualità degli spazi e alla loro funzionalità rispetto alle esigenze didattiche. Prevede un auditorium di circa 500 posti per una superficie di circa 8000 metri cubi oltre a 13 aule. A tale scopo sarà realizzato anche un ulteriore collegamento viario che andrà a collegare la via Casilina con la strada provinciale retrostante le aree interessate e la realizzazione di un nuovo parcheggio. L’importo complessivo delle opere è pari a 2.500.000 euro, interamente finanziato con fondi PNRR.

“La città di Ferentino è sempre più dinamica, moderna, vivibile e funzionale, con una serie di opere e servizi che la porteranno velocemente nel futuro. Oltre ai tanti cantieri aperti che sono partiti e che saranno avviati a breve – prosegue il sindaco Pompeo – non dimentichiamo chi, a causa della crisi legata alla pandemia, si trova ad affrontare situazioni economiche delicate. Per questo abbiamo previsto tutta una serie di agevolazioni sulle tariffe comunali, portando avanti una politica di salvaguardia del bilancio e continuando nel trend di riduzione delle imposte, in particolare per le attività commerciali e le famiglie in difficoltà. Non lasciamo indietro nulla e, sul fronte dell’edilizia scolastica, mettiamo a terra progetti importanti come l’auditorium dell’Itis e la scuola che tornerà a prendere posto nell’edificio ex Paolini. Un lavoro a tutto campo – ha concluso – che qualifica e definisce il nostro amore per la città e per i nostri concittadini”.

Il punto di vista dell’opposizione: il commento di Maurizio Berretta, consigliere comunale di minoranza

“Un Consiglio comunale animato dalle beghe interne del Partito Democratico e della maggioranza che ha visto assenze illustri in seno alla stessa e l’ex sindaco Piergianni Fiorletta, abbandonare la seduta al primo punto di 8 all’ordine del giorno”, è quanto spiega in una nota inviata a questa redazione il consigliere comunale della Lega Maurizio Berretta. Che, poi, aggiunge: “a noi – e sicuramente ai concittadini – non interessano i loro litigi sulle mere spartizioni delle poltrone attuali e sulle successioni politiche, è chiaramente un interesse personale anteposto all’interesse pubblico. Nelle amministrazioni comunali ci si può dedicare a risolvere i problemi e fare proposte, anche senza la poltrona assessorile o la delega di turno.

Poi è palese che chi è assente non è mai giustificabile, si viene in aula e si palesa in modo diretto il proprio dissenso, ci vuole coraggio e soprattutto coerenza d’azione. Come opposizione abbiamo votato contro in maniera chiara diretta e palese al bilancio di previsione, non ne condividiamo i nuovi aumenti sulla Tari, la stagnazione delle aliquote Imu e dei servizi individuali, con la crisi mondiale ci saremmo aspettati una minore pressione fiscale. La gestione dei conti sulle società partecipate è stata disastrosa, sulla ex scuola paolini, sono stati dilapidati 1.200.000,00 di soldi dei cittadini, e poi la gestione dei crediti del comune, i cosidetti residui attivi, attenzionati dalla Corte dei Conti. Non si possono avere quattro milioni di euro di multe da incassare, 16.000.000 di euro di tributi inevasi e cosi via. Non è giusto che a pagare le tasse e tributi siano sempre poche persone. Abbiamo sollecitato in tal senso un task force per questi settori comunali. D’altro canto, abbiamo però apprezzato, condiviso e sostenuto la scelta più volte da noi proposta, di azzerare il canone per l’occupazione del suolo pubblico per tutto l’anno, un incentivo per tanti commercianti ed esercenti, altresi abbiamo ritenuto opportuno di supportare anche la variante urbanistica per la realizzazione dell’auditorium, una scelta che puo’ alzare ulteriormente il livello culturale della città.

Qualche passettino in aventi lo abbiamo potuto apprezzare anche sul settore dei servizi sociali, sono state sostenute alcune nostre proposte, vedi lo spostamento del Centro Diurno Disabili in nuovi locali piu’ consoni ed iniziative strutturali e non piu’ occasionali.

C’è molto da fare, ci tengo a ribadire e sottolineare che la nostra è e rimarrà un’opposizione dura ma costruttiva, non faremo sconti a questa maggioranza logorata, ma di certo non mancherà la nostra onestà intellettuale nel riconoscere le buone e sane iniziative.

Chiacchiere, critiche sterili e gossip inutile, lo lasciamo volentieri a chi fino ad oggi se n’è fatto unica ragion di vita politica, il nostro obiettivo è e rimane la città di Ferentino, unica, vivibile, economicamente sostenibile e socialmente inclusiva”.

FERENTINO: IL GRUPPO CONSILIARE DEL PD: “UN BILANCIO DI OPERE, CANTIERI E SVILUPPO PER LA NOSTRA CITTÀ.
VOTARLO ERA UN ATTO DI RESPONSABILITÀ E UN DOVERE”

“Votare un bilancio come quello illustrato dal sindaco Antonio Pompeo nell’ultima seduta consiliare non è soltanto onorare l’impegno preso nei confronti della città e dei cittadini per la crescita, lo sviluppo e una sempre maggiore vivibilità di Ferentino. È prima di tutto un’azione di responsabilità politica e amministrativa, di buon senso e riconoscimento, al di là di inutili ripicche e aspirazioni personali, del grande lavoro portato avanti dal primo cittadino. Un lavoro riconosciuto e confermato anche dai nuovi ingressi in maggioranza”.

Così il gruppo consiliare del Partito Democratico di Ferentino, composto dal capogruppo Luigi Ceccarelli, dal consigliere Mariano Pennacchia e dall’assessore al Bilancio, Franco Martini.

Continua la nota del gruppo Pd: “Chi ha espresso il proprio voto favorevole per questo bilancio ha dimostrato di essere parte integrante e propulsiva di questa maggioranza e di sostenere la forte azione di governo del sindaco Pompeo che, con lungimiranza, rigore e dedizione, ha già centrato importanti obiettivi e messo in cantiere opere importanti per la nostra città. Non solo: il documento approvato in aula è un vero e proprio ‘manifesto del fare’: dalle opere infrastrutturali come la rotatoria a Pontegrande, l’auditorium all’Itis ‘Don Morosini’, il nuovo parcheggio alla stazione ferroviaria di Ferentino, l’ampliamento del cimitero, il completamento dei lavori di riqualificazione a Sant’Agata, del parco delle Molazzete e di Madonna degli Angeli , alle agevolazioni in materia di tasse e tributi comunali per le fasce svantaggiate e le attività commerciali, che hanno subito danni e perdite a causa della pandemia. Ma ci sono anche tanti interventi per le associazioni e per la cultura, senza dimenticare il risultato per noi più grande: dopo tanti anni siamo riusciti a mettere la parola fine alla STU e riconsegneremo presto alla città la sua scuola, l’ex Paolini. Non era un risultato scontato per una vicenda così complessa, e questo risultato è soprattutto frutto dell’impegno e di un innegabile capacità amministrativa del sindaco Pompeo. Anche su questo il totale silenzio di chi invece avrebbe dovuto spendere qualche parola”.

“Non riconoscere che tutto questo va nell’esclusivo interesse della città e dei cittadini – concludono Ceccarelli, Pennacchia e Martini – è da irresponsabili e il mancato sostegno al documento di bilancio durante l’ultimo consiglio è davvero ingiustificabile come lo è la mancata votazione della delibera che permetterà l’esonero dal pagamento della tassa di occuoazione del suo pubblico a bar,ristoranti, pizzerie, gelaterie ed altre attività della nostra città”.