Ancora un’occasione utile per progettare insieme nuovi modelli di apprendimento in grado di rendere le studentesse e gli studenti parte attiva del processo formativo e cittadini consapevoli di domani sulla base della piena condivisione degli scopi e sui principi dei diritti umani fondamentali: inclusione, cooperazione e solidarietà, responsabilità collettiva, parità di genere e multidisciplinarietà.

L’Istituto Comprensivo Anagni Primo ha aggiunto oggi un altro tassello al già ricco palinsesto di attività formative caratterizzato da momenti di riflessione e confronto con esperti di didattica, ricercatori, rappresentanti delle istituzioni su come la conoscenza, l’istruzione e l’apprendimento vadano re-immaginati in un mondo di crescente complessità, incertezza e precarietà, per dare forma al futuro dell’umanità e del pianeta.

L’evento “Together for a better Internet” – che si è svolto oggi, mercoledì 23 marzo 2022, nella palestra del plesso capoluogo “R. Ambrosi De Magistris” – è riuscito perfettamente nell’intento senz’altro arduo nel contesto attuale che vede un radicale mutamento della società, in cui la scuola stessa e il ruolo che essa riveste sono molto diverse rispetto al passato: quello di costruire una vera e propria base sicura digitale, che nella relazione con il bambino debba agire da aiuto tecnologico su cui strutturare il suo ingresso nella tecnologia e che necessita del raccordo strutturale delle agenzie educative che ruotano intorno alla sua crescita.

il posto pubblicato sul profilo Facebook del Primo Istituto Comprensivo di Anagni

All’incontro hanno preso parte – dicevamo – diversi rappresentanti delle Istituzioni, accolti dal dott. Marco Saccucci, dirgente scolastico, e dalla dott.ssa Sabrina Morrea, vicaria: Sara Battisti e Loreto Marcelli, consiglieri regionali; Marino Fardelli, difensore civico regionale; l’assessore alla Cultura del Comune di Anagni Carlo Marino, che ha fatto le veci del sindaco Daniele Natalia assente giustificato; l’Ispettore Superiore della Polizia Postale dott. Marco Rea; Egidio Proietti, già consigliere comunale e segretario cittadino del Partito Democratico intervenuto su delega del consigliere regionale Mauro Buschini, anch’egli assente giustificato per impegni istituzionali. Presenti, tra il pubblico, il dott. Giuseppe Nunziata, comandante della Polizia Locale di Anagni, e il mar. Massimo Crescenzi, comandante della Stazione dei Carabinieri di Anagni.

“Ancora un’iniziativa sulla legalità in questa settimana così significativa rispetto al tema: sono stata ospite presso l’Istituto Comprensivo di Anagni per parlarne con i più giovani – ha affermato Sara Battisti, consigliera regionale – dal cyberbullismo, alla mia legge sul contrasto al revenge porn, perché le giovani generazioni vengano tutelate dalle istituzioni.Internet è uno strumento potentissimo, una grande opportunità ma anche uno spazio nel quale si nascondo insidie e pericoli.Come Presidente della Commissione Antimafia e legalità del Consiglio Regionale del Lazio il primo pensiero è sempre rivolto ai giovani, a noi il compito di tutelarli, garantire i loro diritti e coltivare la cultura del rispetto dell’altro.Grazie agli organizzatori e a tutte le istituzioni presenti.

“Credo che Internet sia una grande risorsa, una delle più importanti, se non la più importante, della nostra epoca – ha affermato il dott. Carlo Marino, assessore – ma assieme alle tante opportunità che esso offre, c’è anche una alta percentuale di pericoli che vanno conosciuti per essere affrontati e, dove possibile, evitati. Ecco perché eventi come questo sono importanti, utili per la formazione ma anche per lo sviluppo della coscienza critica e consapevole dei più giovani su Internet”.

“Ad Anagni il Difensore Civico del Lazio ha partecipato ad una tavola rotonda insieme agli studenti ed altri ospiti istituzionali sul tema delle potenzialità e i rischi della Rete. Come Internet può aiutare i cittadini ad avvicinarsi alla Pubblica Amministrazione ma come Internet può essere usata per commettere reati di ogni tipo. Complimenti alla Scuola (corpo docente, personale tutto) per la campagna di sensibilizzazione messa in campo”; è quanto affermato dal dott. Marino Fardelli, difensore civico della Regione Lazio.

“Internet è uno strumento ai giorni d’oggi indispensabile ma anche pieno di insidie, ecco perché le giornate come quella di oggi servono a sensibilizzare giovani e studenti ad un uso corretto della rete e la scuola in questo ha un ruolo fondamentale“; sono le parole dell’avv. Egidio Proietti, segretario della locale sezione del Partito Democratico.