Anagni

I lavori sui marciapiedi di Viale Regina Margherita proseguono per completare il progetto che prevede, ed è stato già realizzato nella  prima  fase il taglio di siepp ed alberi, sostituiti da un tappetino, aspirante  “all’inglese” già scolorito e poche striminzite piantine al loro posto che non rallegrano né gli occhi né il cuore, lasciando un senso di  impoverimento dell’intera area.

Il malcontento e le proteste dei cittadini, anzitutto dei residenti nella  zona, hanno portato nelle scorse settimane alla raccolta di un cospicuo numero di firme per chiedere di rivedere il progetto e il Sindaco ha incontrato alcuni di loro, ha avuto colloqui informali con l’Associazione AnagniViva che aveva sostenuto le molte voci di protesta e che ora, in sintonia con p promotori della raccolta firme, ritiene corretto informare sugli sviluppi della vicenda.

Il Sindaco, pur convinto che i lavori stiano piacendo (perché allora la  raccolta firme non si è fermata?), ha accettato qualche parziale richiesta di mantenere alcune siepi ed evitare il taglio di altri alberi. Ha poi assicurato che non avrà problemi a ripiantarli, laddove non è vietato dal Codice della Strada (vorremmo tutti capire un po’ meglio) e che le siepi saranno ampliate, dando la precedenza a quelle “a misura“ (altro punto che si vorrebbe  fosse  chiarito) e arricchite con altre piantine. 

Tali impegni sono apprezzabili anche se lasciano qualche dubbio, tuttavia vogliamo augurarci che essi vengano mantenuti e onorati al più presto, che i lavori sull’altro lato della strada non siano la replica di  quanto già accaduto, evitando gli sradicamenti indiscriminati e apportando da ora le migliorie possibili ad un progetto per niente  lodevole né come arricchimento del verde  pubblico né come  contributo al decoro della città.

Anagni, 21 marzo 2022 primo giorno di Primavera

articolo a cura della prof.ssa Anna Natalia, presidente dell’associazione Anagni Viva