il luog.te Domenico Serpico

Dopo 18 anni di servizio reso alla comunità pigliese, presso la quale ha coordinato la Stazione dei Carabinieri con responsabilità e dedizione, il luog.te Domenico Serpico è – da qualche giorno – il nuovo comandante della Stazione dei Carabinieri di Fiuggi, subentrato al mar. Raffaele De Somma che alcune settimane fa è stato a sua volta destinato ad altro incarico.

la Caserma dei Carabinieri di Piglio

Un incarico nuovo e di prestigio per l’ispettore Domenico Serpico, originario della provincia di Napoli, coniugato con due figlie; entrato a far parte nell’Arma dei Carabinieri nel 1995, dopo il corso di istruzione presso la Scuola Allievi Sottufficiali Carabinieri di Velletri e Firenze ha prestato servizio presso l’8^ Battaglione Carabinieri Lazio, la Stazione Carabinieri di Roma Aventino e la Stazione Carabinieri di Filettino, prima di approdare al Comando della Stazione Carabinieri di Piglio.

Tante importanti operazioni nel corso della sua carriera militare

Nel corso della sua lunga esperienza nel piccolo ma caratteristico borgo ciociaro, il luog.te Domenico Serpico ha coordinato e preso parte a diverse ed importanti operazioni di polizia finalizzate al controllo del territorio, alla lotta al consumo e allo spaccio di sostanze stupefacenti e al contrasto di reati predatori. Tra queste vale la pena ricordare la cosiddetta operazione “Bossolo”, importante attività investigativa che a giugno 2012 portò all’arresto di 16 persone – otto in carcere e otto agli arresti domiciliari – in quanto ritenute responsabili del reato di associazione finalizzata al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti. L’operazione – condotta dai Carabinieri della Compagnia di Anagni a quei tempi coordinata dal cap. Costantino Airoldi, oggi tenente colonnello in forza all’Istituto Superiore di Tecniche Investigative di Velletri – era inizialmente coordinata dalla Procura della Repubblica di Frosinone e successivamente passata per competenza alla Procura Distrettuale Antimafia di Roma.

Tra dicembre 2012 e febbraio 2013, sempre in stretta collaborazione con i colleghi della Compagnia di Anagni e con il cap. Costantino Airoldi, diede il via ad una attività di indagine che consentì di disarticolare un sodalizio criminoso specializzato nei furti nelle abitazioni e nella ricettazione di preziosi rubati. In quella circostanza due persone, entrambi di origini rumene, vennero portate in carcere mentre altre cinque furono deferite all’Autorità Giudiziaria. 

A novembre 2015, assieme anche ad altri militari della stessa Compagnia, diede prova di elevata prontezza operativa nell’operazione che portò all’arresto di tre persone ritenute responsabili di aver provato a rapinare una banca di Serrone; tale intervento si concluse con il recupero di diverse armi improprie e del materiale utilizzato dai rapinatori per camuffarsi il volto. 

Il sindaco Mario Felli: “l’intera comunità pugliese lo ringrazia e lo saluta con affetto”

Forte, in questi anni, la collaborazione fra l’amministrazione comunale e il locale Comando Stazione dei Carabinieri, teso verso un rapporto improntato, ognuno nel rispetto dei ruoli, nel perseguire il comune obiettivo di garantire al territorio sicurezza, legalità e ordine, come testimoniano anche le dichiarazioni rese dal sindaco di Piglio avv. Mario Felli al nostro giornale. 

il Sindaco del Comune di Piglio Mario Felli

“Ringrazio di cuore, anche a nome della comunità che mi onoro di guidare, il luog.te Domenico Serpico – ha affermato il primo cittadino – con lui, nel corso degli anni, è nato un forte spirito di collaborazione che ci ha portato a raggiungere importanti risultati per la sicurezza del nostro paese. Lo salutiamo con profonda gratitudine ed affetto, in quanto ha rappresentato una figura di fondamentale importanza per la nostra comunità, alla quale ha sempre rivolto il suo costante impegno, svolto con professionalità, competenza e anche profonda umanità”.  

Al luog.te Domenico Serpico auguri di buon lavoro anche da parte della nostra redazione e di tutti i nostri lettori!