Home Cultura e spettacoli Firmata l’intesa culturale tra Pontificia Accademia Mariana Internazionale e l’Accademia Bonifaciana di...

Firmata l’intesa culturale tra Pontificia Accademia Mariana Internazionale e l’Accademia Bonifaciana di Anagni

a siglare l’atto, i due Presidenti Stefano Cecchin e Sante De Angelis; l'evento si è svolto presso la Pontificia Università Antonianum di Roma

È stato siglato nei giorni scorsi, un importante protocollo d’intesa culturale tra la Pontificia Accademia Mariana Internazionale, fondata nel 1946 dall’Ordine dei Frati Minori nell’allora Pontificio Ateneo Antonianum e riconosciuta come “Pontificia”, l’8 dicembre 1959, dal Sommo Pontefice Giovanni XXIII, con il motu proprio “Maiora in dies” e l’Accademia Bonifaciana Onlus, Istituto di Cultura Universitaria e di Studi Superiori, fondata con Atto Costitutivo il 5 agosto 2003, in Anagni (FR), in occasione del settimo centenario dello “schiaffo” e della morte del pontefice Benedetto Cajetani, (1303 – 2003), istituendo, altresì, in quella occasione il Premio Nazionale ed Internazionale dedicato a Papa Bonifacio VIII. 

Il solenne atto di “gemellaggio”, firmato dai rispettivi presidenti padre Stefano Cecchin e il Grand’Ufficiale Sante De Angelis, si è svolto presso l’Aula storica S. Antonio a Roma, alla presenza, tra gli altri del Presidente del Comitato Scientifico della Bonifaciana monsignor Enrico dal Covolo e del Rettore Magnifico della Pontificia Università Antonianum padre Agustin Hernandez.  Considerato che nell’ambito delle rispettive autonomie ordinamentali le Parti hanno inteso instaurare e consolidare relazioni scientifiche, culturali ed accademiche finalizzate al raggiungimento di una formazione superiore di livello internazionale ed allo sviluppo della cooperazione tra le rispettive Accademie, hanno espresso la propria volontà di promuovere azioni di collaborazione generale finalizzate a: cooperare nell’area della ricerca scientifica; impegnarsi nella realizzazione di conferenze e corsi di aggiornamento; cooperare in programmi accademici e culturali; valorizzare il patrimonio librario delle rispettive biblioteche, anche attraverso lo scambio di informazioni e la pubblicazione congiunta di volumi, mutua consultazione di testi e di materiale didattico. I due enti hanno espresso altresì la propria volontà di promuovere un coordinamento paritetico per l’implementazione delle attività di collaborazione frutto della presente intesa culturale. Per la Pontificia Accademia Mariana Internazionale: il Prof. Stefano Cecchin, il Prof. Gian Matteo Roggio, il Prof. Paolo Cancelli e il Prof. Fabio Bolzetta. Per l’Accademia Bonifaciana: il Gr.Uff. Prof. Sante De Angelis, il M° Prof. Cesare Marinacci, il Cav. Prof. Gaetano D’ Onofrio e il Cav. Prof. Don Gaetano Maria Saccà.

“Naturalmente le aree di collaborazione sopra elencate – come hanno sottolineato entrambi i presidenti – non precludono la trattazione di ulteriori ambiti disciplinari da determinarsi di comune accordo tra le Parti e da formalizzarsi mediante apposite integrazioni a quanto convenuto con la presente intesa”. 

Padre Stefano Cecchin, era stato già nominato Senatore Accademico ed aveva ricevuto il Premio Internazionale Bonifacio VIII lo scorso 5 novembre ad Anagni, e proprio durante i saluti, che precedettero la sua lectio, propose al Rettore Presidente Sante De Angelis questa intesa culturale, che si è poi concretizzata con la firma ufficiale. “Sono grato al nostro padre Stefano, per la calorosa accoglienza e per averci fatto visitare i locali della Pontificia Accademia Mariana, dove in bella vista, troneggia anche la scultura del nostro Premio Bonifacio VIII, a lui conferita. Una giornata davvero indimenticabile – ha concluso De Angelis – e soprattutto di grande onore per me, che sono stato nominato Accademico Pontificio, insieme ai professori D’Onofrio, Saccà e Marinacci che ho proposto per il medesimo titolo al Presidente della Pami, mentre, su proposta del padre Cecchin, ho nominato nostri Accademici Onorari i professori Roggio e Cancelli, nel momento in cui il giornalista Bolzetta, che ha ricevuto anche il premio nazionale Bonifacio VIII, già lo è da diversi anni”. Al vescovo Enrico dal Covolo, è stato elargito un encomio solenne.