Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) del Lazio è intervenuto per due distinte missioni di soccorso nella giornata di ieri, domenica 20 marzo.

Nel primo pomeriggio per recuperare un mountainbiker disperso in una zona impervia nel territorio compreso tra Collepardo e Veroli, in provincia di Frosinone. L’uomo, di 48 anni e residente a Boville Ernica, ha contattato il 118 riferendo di essersi infortunato dopo una caduta e di aver perso l’orientamento. Sul posto, grazie alle coordinate fornite dallo stesso mountainbiker tramite il sistema SMS Locator in dotazione al Soccorso Alpino, sono giunte due squadre appartenenti alla stazione del Soccorso Alpino di Collepardo e ai Vigili del Fuoco di Frosinone. Successivamente, viste le condizioni dell’infortunato, è giunta l’eliambulanza della Regione Lazio con a bordo il tecnico di elisoccorso del Soccorso Alpino che ha provveduto a prelevare l’uomo tramite verricello e a consegnarlo a un’autoambulanza giunta nel primo punto carrabile per poi trasportarlo all’ospedale di Alatri. 

In serata, sempre in provincia di Frosinone, Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) del Lazio è intervenuto sul Monte Scalambra per ricercare una donna che risultava dispersa in un bosco dopo essersi allontanata intorno alle ore 15:30 durante una passeggiata col marito e il figlio. La donna, di 30 anni e residente in un piccolo centro abitato della provincia di Frosinone, dopo aver trovato un punto raggiungibile dalla rete telefonica è riuscita a inviare le proprie coordinate tramite WhatsApp intorno alle 23:00. Sul luogo sono giunti i soccorritori che la hanno ritrovata leggermente infortunata in un punto impervio caratterizzato da una fitta vegetazione e da diversi tratti innevati. Dopo averla messa in sicurezza, è stata condotta al campo base e riaccompagnata a casa pochi minuti prima delle due di notte. Alle operazioni di ricerca e soccorso hanno partecipato, oltre al Soccorso Alpino, anche i Vigili del Fuoco e i militari dell’Arma dei Carabinieri.