Lunedì sera 7 marzo “Freedom”, il programma è ideato e condotto da Roberto Giacobbo e curato da Contenuti Productions & Media, parte per un altro bellissimo viaggio. 

Sarà un modo per contrastare la Sindrome del lunedì, di cui si parlerà ad inizio puntata. Chi non ne ha sofferto almeno una volta nella vita? Se per la maggior parte delle persone l’arrivo del lunedì mattina è un… dispiacere, per altri è quasi una disgrazia che si rinnova settimana dopo settimana. Nella puntata si affronterà l’argomento di quali sono i sintomi e le soluzioni per prendere il lunedì con filosofia e ottimismo.

Si tornerà nel 1303, quando l’antica lotta tra potere temporale e potere spirituale ha avuto uno degli scontri più leggendari, conosciuto come lo “schiaffo di Anagni”, un gesto più simbolico che materiale che costringerà il papa Bonifacio VIII ad un’umiliante prigionia. Durante la puntata di lunedì gli spettatori avranno modo di conoscere meglio Anagni, che per decenni è stato uno dei centri più importanti d’Europa.

Un luogo ricco di storia e di mistero noto come “La città dei Papi” per aver dato i natali a ben quattro pontefici. “Sveleremo cosa si nasconda dietro il celebre “schiaffo”; indagheremo sulla figura di Bonifacio VIII citato più volte con disprezzo da Dante nella Divina Commedia; entreremo nella Cattedrale e nella sua magnifica cripta: “La cappella sistina del medioevo” per capire, attraverso i suoi affreschi, i contorni e i segreti della secolare lotta per la supremazia del potere tra Impero/Monarchia e Chiesa”, è scritto in una nota inviata a questa redazione dall’ufficio stampa della trasmissione.

La trasmissione proseguirà poi a Roma, per scoprire dei piccoli laghi che arrivano sotto il Colosseo! Sul Celio, uno dei sette colli, esisteva un gigantesco santuario dedicato all’Imperatore Claudio, un monumento ancora più grande del famoso Colosseo che si trova a poca distanza. Le telecamere di Freedom entreranno all’interno di un’area riservata per vedere cosa rimane di questo antico tempio e per conoscere meglio la sua storia e quale sia stata la sua fine. Roberto Giacobbo, partendo dal Centro di produzione Palatino di Mediaset e accompagnato da esperti del gruppo Roma Sotterranea, andrà a vedere cosa si cela nei suoi sotterranei per svelare un segreto fatto di acqua limpida e cristallina.

Freedom andrà poi in Piemonte. Nella solennità della Val di Susa, Roberto Giacobbo scalerà la vetta del Monte Pirchiriano per raggiungere la Sacra di San Michele, a 962 metri sopra il livello del mare. Lo stupefacente scenario dell’abbazia richiama immediatamente altri due insediamenti dedicati al culto di San Michele, nel Gargano e in Normandia, rispetto ai quali si trova al centro esatto, in una via di pellegrinaggio di oltre duemila chilometri. Da Mont-Saint-Michel a Monte Sant’Angelo questa linea ideale attraversa, quasi interamente, l’Europa Occidentale. È il mistero della cosiddetta linea di San Michele, che congiunge in una retta immaginaria diversi luoghi di culto che dalle Isole Skellig, in Irlanda, passando per la Cornovaglia e poi giù fino alla Grecia, raggiungono il Monte Carmelo, a Gerusalemme. Il racconto di Roberto Giacobbo indagherà il profondo segreto di questa linea immaginaria, percorrendo i luoghi e la simbologia della Sacra di San Michele.

Per un Museo in 10 minuti, la troupe di Freedom raggiungerà Napoli per visitare l’affascinante Museo Zoologico. Vedremo creature che oggi, a causa di una caccia indiscriminata, non esistono più ma anche animali speciali come il famoso ‘Elefante di Portici’ che, diventato di proprietà dei Borbone nel 1742, rappresenterà una vera e propria celebrità dell’epoca tanto da essere portato anche sul palco del Teatro San Carlo di Napoli.

Questo e molto altro a Freedom Oltre il confine lunedì 7 marzo, ore 21.20, Italia 1.