Una svolta storica, importante e illuminata voluta dalla Regione Lazio che ha deciso di estendere anche il test genomico, finora di pertinenza degli istituti tumori, anche nelle Aziende Sanitarie Locali.

IL TEST GENOMICO

Test fondamentale per individuare le cure più adatte alle quali sottoporre le donne a cui è stato riscontrato un tumore al seno e predire anche il rischio di recidive, in base a delle caratteristiche intrinseche della neoplasia. Tali esami si basano su dati riportati da studi clinici nazionali ed internazionali.

Il test prevede l’analisi di un campione tumorale asportato in sede d’intervento chirurgico.  La sua valutazione permetterà di individuare le categorie di rischio e, per alcune donne con neoplasia in fase precoce, di evitare trattamenti chemioterapici inappropriati. 

COME SI ACCEDE

L’indicazione ad effettuare esami genomici verrà data dell’equipe della Breast Unit ai pazienti con almeno due fattori di rischio. Le analisi verranno effettuate presso la UOC di Anatomia Patologica dove è stato attivato un laboratorio dedicato.

I TEST GENETICI

I test genetici consistono nella ricerca di mutazioni dei geni BRCA 1 e BRCA 2, fondamentali per la predizione del rischio di insorgenza di neoplasie mammaria e ovarica e si eseguono su campioni di sangue. La ASL di Frosinone effettuerà i test sui soggetti a rischio genetico e con familiarità.

CRITERI PER L’INVIO AL TEST

I professionisti del reparto di oncologia decideranno l’accesso al test in presenza di almeno uno dei seguenti criteri:

✓Storia personale di:

  • Carcinoma mammario maschile
  • Donna con carcinoma ovarico
  • Donna con carcinoma mammario con meno di 36 anni
  • Donna con carcinoma mammario triplo negativo 
  • Donna con carcinoma mammario bilaterale 

Ulteriori criteri per l’accesso al test genetico, verranno valutati dagli oncologi di riferimento durante la visita: tumori eredo-familiari.

 I cittadini della provincia di Frosinone e non solo, potranno così effettuare questi fondamentali esami evitando spostamenti, spesso anche molto lunghi, con risparmio di tempo e denaro. Si avranno tempi più rapidi di risposta e, inoltre, in caso di necessità, la presa in carico diretta nel reparto di oncologia. 

TUMORE AL SENO: D’AMATO, ‘AL VIA I TEST GENOMICI IN CIOCIARIA’

A SORA OPEN DAY PER IL “PERCORSO ROSA”

Visita dell’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato in occasione del via ai primi test genomici e genetici in Ciociaria alla presenza del Direttore generale della Asl di Frosinone, Pierpaola D’Alessandro.

“Una svolta importante che ci permette di estendere anche il test genomico anche nelle Aziende sanitarie locali. L’accesso al test avviene tramite la Breast Unit ed è fondamentale per individuare le cure più adatte alle quali sottoporre le donne a cui è stato riscontrato un tumore al seno e predire anche il rischio di recidive” ha dichiarato l’Assessore D’Amato al termine della visita.

Nello specifico il test prevede l’analisi di un campione tumorale asportato in sede d’intervento chirurgico. La sua valutazione permetterà di individuare le categorie di rischio e, per alcune donne con neoplasia in fase precoce, di evitare trattamenti chemioterapici inappropriati. I primi test sono stati effettuati oggi in occasione dell’open day “Percorso Rosa” (in programma a Sora e Frosinone) che prevede visite oncologiche e informazioni sui comportamenti e stili di vita, con eventuali ecografie mammarie/mammografie.