Non è più tempo di parlare, occorre agire e occorre farlo subito; ne è convinta Claudia Angelisanti, giovane presidente di Gioventù Nazionale Ferentino, che oggi – prendendo spunto dall’articolo pubblicato ieri sera da questo giornale – torna a puntare il dito contro l’attuale maggioranza e contro il primo cittadino avv. Antonio Pompeo, il quale detiene la delega all’Ambiente.

“Il sindaco prenda atto della situazione ed intervenga subito – spiega Claudia ad anagnia.com –  numerosi sono infatti i rifiuti, per lo più ingombranti, talvolta presenti a bordo strada come nel caso della zona Stazione, in cui da diversi mesi regna il degrado più assoluto che comporta rischi importanti sia per l’ambiente sia per salute dei concittadini, terreni già gravemente compromessi e ricordo iscritti da anni nelle aree SIN”.

Claudia Angelisanti

“Un degrado – aggiunge Claudia – che comunque accomuna tutte le zone periferiche della città come Cartiera, Roana, Tofe, Granillo e altre contraddistinte dall’assenza di illuminazione pubblica, strade dissestate e altri problemi che sono in attesa di soluzione e di interessamento degli amministratori”.

“Sembra infatti inutile ribadire le soluzioni più volte riproposte agli amministratori, ovvero l’installazione di fototrappole per la questione ambiente e un maggiore controllo delle aree periferiche, da parte delle forze dell’ordine soprattutto nelle ore notturne in quest’ultime.

Auspico che questo mio intervento non resti una semplice rilevazione ma serva a smuovere le coscienze degli amministratori”.