Nelle ultime 24 ore sono stati processati 6105 tamponi in provincia di Frosinone; a fronte di questi, 855 persone sono risultate essere positive alla Sars-Cov2 mentre i negativizzati sono stati 1085. 

È stato registrato il decesso di una donna di 63 anni di Ceccano, con pregresse patologie.

Di seguito, l’elenco degli altri Comuni con nuovi casi non inclusi nella scheda inviata oggi dall’ASL di Frosinone a questa redazione:

4 ARNARA ATINA BROCCOSTELLA CASALVIERI CASTROCIELO FUMONE PESCOSOLIDO SAN DONATO VAL DI COMINO SAN GIOVANNI INCARICO SANTOPADRE TORRE CAJETANI       

3 AUSONIA CASTRO DEI VOLSCI CERVARO FONTECHIARI GIULIANO DI ROMA PIGNATARO INTERAMNA           

2 CAMPOLI APPENNINO CASTELNUOVO PARANO PICINISCO PICO SAN VITTORE DEL LAZIO SANT’APOLLINARE 2 SERRONE SGURGOLA TREVI NEL LAZIO TRIVIGLIANO VALLECORSA VICO NEL LAZIO VILLA LATINA        

1 ACUTO BELMONTE CASTELLO COLLE SAN MAGNO COLLEPARDO FALVATERRA FONTANA LIRI GALLINARO GUARCINO POSTA FIBRENO SETTEFRATI TERELLE VALLEMAIO VALLEROTONDA VILLA SANTO STEFANO

ALESSIO D’AMATO, “A IFO-REGINA ELENA – SAN GALLICANO GIORNATA DEDICATA A CAMPAGNA VACCINALE PER PIU’ FRAGILI“

“Un impegno straordinario che ci ha visti in prima linea sin dall’inizio della pandemia a tutela dei più fragili e dei più deboli. Stiamo raggiungendo il 90% dei vaccinati con booster e il nostro modello dimostra come la Regione Lazio non lascia indietro nessuno“. 

Lo ha dichiarato l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato che questa mattina ha partecipato all’open day settimanale dedicato alle vaccinazioni anti Covid rivolte alle persone più fragili presso gli Istituti Regina Elena e San Gallicano di Roma, uno spazio settimanale rimasto dopo la chiusura dell’Hub IFO che ha somministrato oltre 75.000 dosi. 

Presenti all’evento Rodolfo Lena, Presidente Commissione sanità e Francesco Vaia, direttore dello Spallanzani. Ad accogliere i rappresentanti istituzionali Marina Cerimele, Direttore generale IFO – Regina Elena e San Gallicano e Aldo Morrone, Direttore scientifico del San Gallicano.

Nello specifico dopo una prima esperienza condotta presso la Sala Nervi in Vaticano per la vaccinazione delle persone più fragili, (oltre 2mila) è stata promossa la campagna vaccinale in tutto il Lazio per le persone fragili e prive dei documenti di accesso al Servizio sanitario nazionale in un’ottica di salvaguardia di tutti i cittadini. Agli IFO dal giugno 2021 al febbraio 2022, sono stati somministrati 2.232 vaccini consentendo il rilascio ad oltre 1.852 persone (con codice STP) del Green Pass. Questo impegno ha consentito di intercettare numerose persone che non avrebbero avuto la possibilità di accedere ai servizi socio-sanitari e molte di loro hanno richiesto visite e controlli specialistici correlati anche all’infezione da Covid.

AGGIORNAMENTO: L’assessore alla sanità della Regione Lazio è risultato positivo alla Covid19: “Purtroppo sono appena risultato positivo. Mi sono subito isolato e continuo il lavoro in collegamento da remoto con i miei collaboratori e l’Unità di Crisi. Sto bene, non ho febbre solo un pò di mal di gola

Le nuove misure di contenimento al Covid19 varate dal Governo e pubblicate in Gazzetta Ufficiale