“Una tragedia che tutti, anche le nuove generazioni, hanno il dovere di ricordare, per costruire una memoria condivisa che superi i muri contro ogni tipo di discriminazione”: è con queste parole che, stamattina – giovedì 10 febbraio 2022 – il dott. Marco Saccucci, dirigente scolastico del Primo Istituto Comprensivo Anagni, ha aperto le due iniziative – la prima svoltasi nel plesso scolastico di Osteria della Fontana, l’altra nel plesso centrale “R. Ambrosi De Magistris” – realizzate in occasione del Giorno del ricordo, solennità civile nazionale istituita per legge il 10 febbraio di ogni anno, che ricorda i massacri delle foibe e l’esodo giuliano-dalmata.

Nel corso della mattinata, accompagnati dai rispettivi docenti, i giovanissimi studenti della scuola secondaria di primo grado dei due plessi hanno messo a dimora due querce nei rispettivi spazi verdi deponendovi poi, a fianco, alcune “pietre della memoria”, a conclusione di un percorso didattico verticale e a classi parallele sui diritti umani legato all’insegnamento trasversale dell’educazione civica e svolto a partire dal mese di novembre

Durante il percorso, gli studenti anagnini hanno dapprima approfondito la conoscenza della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza e realizzato un prodotto multimediale, l’audiolibro illustrato Mille voci per Parvana, poi hanno affrontato il tema della violenza contro le donne, leggendo articoli, riflettendo su filmati e vestendosi tutti di rosso nella giornata del 25 novembre.

Quindi gli studenti si sono preparati alla Giornata della Memoria, per celebrare la quale hanno letto e commentato diversi brani poetici e poi hanno effettuato delle ricerche sull’Olocausto, selezionando i nomi di alcune vittime che si sono segnalate ai loro occhi per la giovane età. Questi nomi hanno poi inciso su pietre, che sono diventate il loro strumento di memoria e con le quali hanno pensato di creare un piccolo monumento sia nella sede centrale che in quella di Osteria della Fontana

Il 27 gennaio 2022 le pietre sono state momentaneamente deposte nelle palestre delle due sedi, dove è stato organizzato un breve evento intitolato Versi e note per non dimenticare, che ha visto anche la lettura di poesie legate alla Shoahe l’esecuzione di brani musicali da Parte del Maestro Luigi Mastracci (pianoforte) e dalla professoressa Cristina Volpari (flauto traverso).

Per la giornata del Ricordo sono state create altre pietre, questa volta dedicate alle vittime delle Foibe, e i due monumenti sono stati allestiti negli spazi esterni delle due sedi. Alle ore 10:00 nella sede di Osteria, alle 12:00 nella sede Centrale (per il Comune di Anagni presente il consigliere comunale Elvio Giovanelli Protani), alcuni alunni, in rappresentanza di tutti gli allievi della scuola media, si sono recati presso i luoghi esterni scelti per i monumenti, hanno letto due brani poetici (Foibe e Per ricordare) e alcune loro riflessioni sulla necessità di ricordare, prima di tutto, e poi di non essere indifferenti ma di combattere ogni focolaio di odio, razzismo, di antisemitismo, ovunque possa annidarsi. Infine sono state deposte le pietre e piantumate due piccole querce che gli alunni hanno voluto come sentinelle della loro memoria e come simboli di rinnovamento, di rinascita verso un mondo più equo e giusto.

Le attività sono state progettate e realizzate dai docenti della scuola media e coordinate dalla prof.ssa Alessandra Romiti, referente per l’Educazione Civica.