La giunta Ottaviani ha approvato le determinazioni relative all’accordo di programma tra il Comune di Frosinone e il consorzio ASI, con l’adesione del proponente privato per la realizzazione dell’intervento di riqualificazione, valorizzazione dell’area e del relativo complesso immobiliare ex Permaflex.

Il progetto riguardante l’ex insediamento industriale, infatti, è stato inserito dall’amministrazione Ottaviani all’interno del vasto concept ideato per l’area Scalo con l’obiettivo di riqualificare il tessuto urbano e di elevare la qualità degli standard delle infrastrutture viarie e tecnologiche di proprietà pubblica, procedendo inoltre alla ricucitura delle zone di confine tra la città di Frosinone e i comuni del circondario.

L’amministrazione Ottaviani, infatti, ha posto le basi della trasformazione dell’area, situata in una zona strategica dal bacino potenziale di utenza stimato tra i nove e i dieci milioni di persone, allo scopo di realizzare un’opera destinata a servizi commerciali e parco tematico per il tempo libero, che darà lavoro a centinaia di addetti, sia nel comparto interno che nell’indotto. 

Nell’accordo di programma si ripercorre la vicenda dell’intervento, dal cambio di destinazione d’uso all’ottenimento dei pareri positivi dagli organi competenti nell’ambito del procedimento. Per quanto riguarda l’interesse pubblico comunale, è previsto a carico e spese del proponente la realizzazione di opere di potenziamento del sistema viario comunale.

Tali interventi, condivisi con gli Enti che partecipano all’iter approvativo, saranno in grado di migliorare la rete stradale, garantendo adeguati standard di trasporto al settore cittadino interessato dalla realizzazione dell’area commerciale ex Permaflex e di conseguenza per l’intera città.

Nel verbale già sottoscritto, il Consorzio e il Comune di Frosinone, in qualità di Autorità procedenti, e la società proponente e proprietaria del sito, si impegnano, ciascuno per le proprie competenze, all’implementazione del sistema viario di accesso all’area oggetto di variante e precisamente alla realizzazione di una rotatoria all’uscita del casello autostradale di Frosinone (nello studio denominata rotatoria sud), già inserita nel Programma dei Lavori Pubblici del Comune di Frosinone con annesso finanziamento; a una rotatoria tra Via Valle Fioretta e la Monti Lepini (anche in questo caso, inserita nel Programma dei Lavori Pubblici del Comune di Frosinone con annesso finanziamento); a una rotatoria di accesso all’Area ex Permaflex sulla S.R. 156 Monti Lepini e Rotatoria minore di accesso su Via Selvotta/Via Fermi, da realizzarsi a spese del proponente privato; rotatoria tra Via S.R. 156 dei Monti Lepini e S.P.277 Via Armando Vona da realizzarsi a spese del proponente privato; parcheggio (area ex Frasca) per circa 200 posti auto, nei pressi della Stazione Ferroviaria a spese del proponente privato.

L’ accordo ha ad oggetto il Piano di cui all’art. 17 delle Norme Tecniche Attuative del PTR dell’ASI (plano-volumetrico e progetto) per la realizzazione di una grande struttura di vendita, organizzata come centro commerciale, nell’ambito dell’intervento di riqualificazione e valorizzazione dell’area e del relativo complesso immobiliare dismesso, in conformità con gli obiettivi, indirizzi e previsioni degli strumenti di pianificazione territoriale in vigore.

Il Piano in esame, inerente al sito “Ex Permaflex” riveste interesse pubblico, in quanto produce effetti positivi sull’economia della Città di Frosinone, sulla rete infrastrutturale ad uso pubblico e sul sistema occupazionale, vista l’entità dell’investimento programmato.

Le previsioni del Piano garantiscono per il nuovo insediamento di carattere commerciale la superficie necessaria di spazi (standard urbanistici) nonché la dotazione aggiuntiva di parcheggi.

In particolare, il privato proponente si impegna a realizzare la Rotatoria – incrocio a raso tra S.R. 156 dei Monti Lepini e ingresso Area ex Permaflex (per un importo generale di progetto pari a Euro 1.235.865,01; Rotatoria–intersezione Via Vado di Lena e Area Permaflex (per un importo generale di progetto pari a Euro 280.109,07). A carico del proponente privato, è prevista la realizzazione della Rotatoria tra la SR156 dei Monti Lepini e S.P. 277 Via Armando Vona. Il Consorzio ASI si impegna per la rispettiva competenza, titolarità e modalità a mettere a disposizione del proponente le aree in disponibilità del Consorzio medesimo per la realizzazione della rotatoria sopraindicata.

A fronte dell’impegno del proponente privato di realizzare le opere, nella fase successiva del procedimento amministrativo potrà essere valutato dal Comune di Frosinone lo scomputo del rispettivo valore dalla quota del contributo di costruzione relativa agli oneri di urbanizzazione, mentre sarà interamente previsto a carico del proponente privato il versamento al Comune in sede di rilascio del Titolo del contributo – costo di costruzione.

Per quanto riguarda le aree a parcheggio e verde pubblico, il proponente provvederà alla manutenzione delle stesse al fine di garantire nel tempo il buono stato di conservazione.

Il soggetto proponente si impegna, per i profili ambientali, a garantire la sostenibilità dell’intervento attraverso un ottimale sistema di raccolta dei rifiuti differenziata, di riduzione degli imballaggi, di utilizzo di materiali eco-compatibili, nonché di sistemi finalizzati al risparmio energetico e alla produzione di energia alternativa, alla riduzione dell’inquinamento acustico e, da ultimo, al recupero delle acque ai fini del loro riuso.

Riccardo Mastrangeli: “avanti con la trasformazione dello Scalo e della ex Permaflex“

“Con l’accordo di programma per la realizzazione della grande struttura di vendita nell’ambito dell’intervento di riqualificazione e valorizzazione dell’area e del relativo complesso immobiliare ex Permaflex, l’amministrazione Ottaviani aggiunge un ulteriore tassello alla trasformazione e allo sviluppo del territorio comunale, dalle ricadute, economiche e sociali, su tutta la regione – ha dichiarato l’assessore al bilancio e alle finanze del Comune di Frosinone, Riccardo Mastrangeli – L’opera, infatti, non solo darà lavoro a centinaia di addetti, sia nel comparto interno che nell’indotto, ma grazie all’accordo di convenzione sottoscritto tra municipio e privato, comporterà un innalzamento qualitativo degli standard urbanistici dell’area interessata e dello Scalo.

Qui sarà infatti a breve inaugurato il parcheggio ex Frasca, con circa 200 posti auto. La società sta effettuando a proprio carico – per un investimento pari a circa 1 milione e 600.000 euro – gli interventi previsti per la realizzazione dell’infrastruttura, con annessa area di scambio tra gli autoveicoli, il trasporto pubblico locale e quello extraurbano, a uso di pendolari e viaggiatori, collegata tramite un ponte pedonale che attraverserà i binari.

Alla fine dei lavori, il parcheggio diventerà interamente di proprietà dell’amministrazione comunale, con relativi introiti, proprio nel quadro degli interventi collaterali rispetto alla riqualificazione dell’ex Permaflex, dove sorgerà il nuovo parco tematico e commerciale, posto a distanza di poche centinaia di metri dallo stesso parcheggio”. Il nuovo parcheggio sarà dotato di un percorso tattile per persone non vedenti, per guidare gli utenti all’interno della stazione. Previsti anche l’impianto di illuminazione a led e una modalità di subirrigazione del verde, a sistema avanzato, in grado di integrare al meglio ambiente e tecnologia, tramite l’utilizzo di ali gocciolanti interrate. Particolare attenzione sarà riservata anche all’arredo urbano.