È stato siglato il Protocollo d’intesaper una “Cooperazione culturale e didattica”, tra l’Accademia Bonifaciana Onlus, Istituto di cultura universitaria e di studi superiori di  Anagni, rappresentata dal rettore presidente pro tempore Gr. Uff. Dott. Sante De Angelis e gli Isas (Istituti Scolastici Alberto Soccodato) con sede in Fondi (LT) rappresentati dal legale rappresentante pro tempore Cav. Dott. Alberto Soccodato. 

La firma dell’atto si è svolta presso la presidenza degli Istituti a Fondi, tra i due legali rappresentanti. Il Cavaliere Soccodato, che fa parte della Bonifaciana dal 2009, ricevette nello stesso anno il Premio Nazionale Bonifacio VIII, divenendo a tutti gli effetti Accademico Onorario, successivamente su nomina del Presidente del Comitato Scientifico monsignor Franco Croci, fu nominato nel 2013 Delegato ai Rapporti con gli Istituti di Formazione e le Scuole Paritarie e membro dello stesso Comitato e nel 2014 dal Presidente Onorario il Cardinale José Saraiva Martins, Senatore Accademico.

Per il Rettore Presidente Sante De Angelis, sentito l’attuale Presidente del Comitato Scientifico monsignor Enrico dal Covolo, è stato un enorme piacere sottoscrivere questo Patto d’intesa “auspicato già da molti anni, ma formalizzato solo in questi giorni, perché tramite gli Istituti Scolastici di Fondi, grazie alla tenacia e all’indubbia professionalità di Alberto Soccodato, dal 1995, solo e soltanto successi e traguardi sempre più prestigiosi. Grazie a lui e alle sue scuole paritarie con decreto del Miur ed Ente di formazione professionale accreditato presso la Regione Lazio, si possono aiutare tanti giovani, desiderosi di concludere il loro ciclo di studi interrotti per i motivi più vari, fare corsi di formazione e addirittura la possibilità di iscriversi ad una facoltà universitaria”, ma soprattutto per la figura del Professore Soccodato, uomo retto e corretto, disponibile e sostenitore della nostra Istituzione con cui ha sempre collaborato in modo fattivo, proponendo nel corso di questi anni, valide iniziative e personalità da insignire con il nostro Premio, che quest’anno è giunto alla ventesima edizione”. Questo “Patto” di cooperazione culturale e didattica vuole favorire come ci hanno spiegato all’unisono gli stessi De Angelis e Soccodato, “lo sviluppo di reciproci programmi ed accordi di scambio basati sui rispettivi bisogni accademici, di ricerca e di formazione, come, inter alia, scambio di docenti e ricercatori; scambio di studenti diplomati e/o laureati; tirocini e visite di docenti, ricercatori e studenti; scambio di informazioni e materiali accademici; organizzazione di corsi di laurea congiunti e corsi di studi post-universitari come master e dottorati; organizzazione di conferenze congiunte, organizzazione di visite reciproche, organizzazione di altri scambi accademici e di formazione. Senza tralasciare l’organizzazione di eventi periodici per intensificare gli scambi tra loro, oltre ad ulteriori attività congiunte che consentano il continuo contatto tra le stesse, come la creazione di newsletter e altre pubblicazioni periodiche destinate anche a soggetti terzi”.

Al fine di garantire ed assicurare l’implementazione del presente accordo, in tutte le sue finalità, le parti hanno stabilito di creare un organismo di raccordo tra le due istituzioni per l’attuazione del protocollo di intesa, composto – oltre che dai Legali Rappresentanti pro tempore – da un totale di membri 4, nominati nel numero di due da ciascuna parte: il professor Cesare Marinacci e la professoressa Cristiana Cardinali (Bonifaciana) e il dottor Fabio Fusco e la dottoressa Giorgia Salemme (Isas).