Stava tentando la scalata, in solitaria, di una vetta del Passo del Gendarme, in territorio di Filettino, quando – forse per una disattenzione – è precipitato giù per oltre 250 metri rimanendo gravemente ferito; è la triste disavventura occorsa ieri mattina, sabato 12 febbraio, ad un 41enne originario di Meta, vicino a Civitella Roveto, in provincia de L’Aquila, ma residente a Bracciano, vicino a Roma.

L’uomo è precipitato lungo un canale ghiacciato e solo per una circostanza fortuita la sua caduta non gli ha provocato ferite ancor più serie. Alla fine del brutto ruzzolone, durato diversi interminabili secondi, l’escursionista si è ritrovato seduto sulla neve, con due denti in meno, diverse ferite in tutto il corpo ed escoriazioni da ustioni dovute allo sfregamento della pelle sul ghiaccio.

Fortunatamente, è riuscito ad allertare i soccorsi e sul posto è arrivata una squadra del Soccorso Alpino e l’elisoccorso. Il 40enne è stato trasportato all’ospedale di Subiaco dove, al momento, si trova sotto osservazione. Ad attendere l’escursionista aviosuperficie destinata all’uso esclusivo degli elicotteri realizzata pochi anni fa dal Comune di Filettino erano presenti il sindaco Gianni Taurisano il quale ha voluto sincerarsi personalmente delle condizioni di salute del ferito, i militari dell’Arma dei Carabinieri, un’ambulanza dell’Ares 118 fatta arrivare sul posto direttamente da Olevano Romano e i Vigili Del Fuoco.

Di seguito, la nota stampa ufficiale inviata a questa redazione dall’ufficio Stampa del Soccorso Alpino e Speleologico CNSAS e le relative foto e video:

Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) è intervenuto nella giornata di ieri, sabato 12 febbraio, per due interventi di soccorso nel Lazio.

Intorno alle ore 11:30 un ragazzo precipitato su un pendio ghiacciato del Monte Viglio, in provincia di Frosinone, ha chiesto aiuto al 118 non essendo più in grado di proseguire autonomamente. La stazione del Soccorso Alpino di Collepardo, competente sulla zona, ha immediatamente attivato una squadra di terra a cui si è aggiunta, poco dopo, anche l’eliambulanza della Regione Lazio con a bordo un tecnico di elisoccorso del Soccorso Alpino e il team sanitario.

Il ragazzo è stato prima raggiunto dalla squadra di terra e messo in sicurezza, successivamente è stato recuperato dal tecnico di elisoccorso a bordo dell’elicottero tramite verricello. Da luogo dell’incidente è stato infine elitrasportato alla piazzola per elicotteri sita nel comune di Filettino dove ad attenderlo era presente un’autoambulanza. A supporto delle operazioni anche la stazione del Soccorso Alpino di Latina e i militari dell’Arma dei Carabinieri. Nonostante l’assenza di attrezzatura adeguata e la caduta per oltre 200 metri, il giovane non ha riportato gravi traumi ma solo escoriazioni al viso e alle gambe.

Sul Monte Terminillo, in provincia di Rieti, il Soccorso Alpino è intervenuto nel primo pomeriggio per prestare soccorso a una donna di 45 anni originaria di Roma precipitata durante la discesa con i ramponi in località Valle del Sole. La donna – con diverse fratture importanti -è stata raggiunta dagli operatori della stazione del Soccorso Alpino di Rieti e dagli uomini della Guardia di Finanza, posizionata su una barella adatta al trasporto su terreno innevata e condotta a valle dove, anche in questo caso, ad attenderla era presente un’autoambulanza.