Un progetto con l’Unicef, un incontro con la studentessa Marta Russo e poi ancora un flash mob, uno spettacolo teatrale, giochi e racconti: tutte attività svolte dagli studenti dell’istituto Comprensivo 2° di Anagni nell’ambito del progetto “La settimana della gentilezza a scuola”.

Lo scopo di questo evento è quello di migliorare il clima e gli ambienti scolastici attraverso azioni e comportamenti gentili, accoglienti ed inclusivi. Sono state promosse azioni specifiche per un uso sicuro delle tecnologie digitali, azioni per la prevenzione e contrasto del bullismo e cyberbullismo

“Una delle caratteristiche distintive del nostro istituto è l’attenzione rivolta verso l’inclusione e come è possibile si realizza nel concreto e quotidianamente – ha commentato la dirigente scolastica Daniela Germano – in particolare con questo evento abbiamo inserito nella programmazione didattica tutto ciò che valorizzi le relazioni positive per superare le disuguaglianze e i pregiudizi”. 

Le attività sono iniziate lunedì scorso in occasione della giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo: all’ingresso dell’istituto è stato posizionato un grande fiocco blu, simbolo della lotta contro comportamenti aggressivi e violenti. Sempre su questo tema gli alunni hanno assistito ad uno spettacolo teatrale on line dal titolo “To be” e poi sulle note della canzone “Non possiamo chiudere gli occhi” i ragazzi hanno realizzato un flash mob. 

La testimonianza diretta di Marta Russo, la studentessa di 21 anni di Napoli costretta su una sedia a rotelle, in collegamento da remoto in tutte le aule della scuola secondaria di primo grado e con gli alunni della scuola primaria ha rappresentato per gli alunni un momento di riflessione molto importante: la giovane ha raccontato la sua vita tra le tante difficoltà che incontra ogni giorno, ma ciononostante Marta li ha sorpresi con il suo grande ed incredibile entusiasmo e la sua voglia di voler rendere più inclusivo il mondo in cui viviamo. Gli alunni le hanno rivolto tantissime domande e Marta, contenta del grande interesse ed affetto che le è stato dimostrato, ha promesso loro che appena sarà possibile verrà a trovarli di persona. 

Altro importante evento è stato l’incontro con i rappresentanti dell’Unicef dal titolo “I diritti dei bambini, giovani cittadini del mondo” tutto incentrato sui più piccoli, sull’inclusione, sull’amore e sull’ascolto. Proprio su questi temi l’istituto Comprensivo 2° di Anagni ha avviato un progetto con l’Unicef dal titolo “Scuola amica”. 

“Queste occasioni di vita hanno un valore importante per i ragazzi – ha concluso la dirigente scolastica Daniela Germano – e ne abbiamo molti altri in cantiere, sono lezioni di vita utili per la crescita formativa e personale dei nostri alunni”.