L’azienda anagnina Aviorec Composites, leader nella produzione di parti in materiale composito, ha preso parte – nei giorni scorsi – ad un importante incontro che si è tenuto a Villa Durante, a Roma, a cui hanno preso parte anche una delegazione degli Emirati Arabi Uniti del settore spaziale, tra cui l’Agenzia Spaziale degli Emirati, il Centro Spaziale “Mohammed Bin Rashid”, Al Thuraya Company, Masdar City e quella composta dai docenti dell’Università di Tor Vergata Loredana Santo, Massimo Papa e Fabrizio Quadrini, con i quali Aviorec Composites ha una lunga collaborazione.

Tra gli argomenti dibattuti nel corso dell’incontro, la discussione e l’esplorazione di nuove modalità di cooperazione nel settore aerospaziale, con particolare riguardo agli aspetti legati alla sostenibilità. L’occasione è servita anche per presentare l’attività di ricerca di Aviorec Composites in collaborazione con l’ateneo romano.

““Tor Vergata” – è scritto in una nota dell’ufficio stampa dell’Ateneo – è un’università molto attiva nel settore spaziale e della sostenibilità. Numerose sono le attività di ricerca scientifica e industriale nei settori dell’ingegneria, delle scienze matematiche, fisiche e chimiche e della biologia che hanno permesso di realizzare importanti progetti internazionali”.

“Particolare enfasi è stata data al nuovo tema della sostenibilità spaziale legata alla colonizzazione di nuovi pianeti ed è stato presentato il nuovo “Space Sustainability Center” nato di recente a “Tor Vergata”. La sostenibilità spaziale, intesa nel senso più ampio, comprende l’in-space manufacturing e la visione dello Spazio nelle diverse culture e nei paesi emergenti, il diritto spaziale e le implicazioni della colonizzazione di nuovi pianeti sull’uomo e sulla società”.

Jacopo Recchia

“Un incontro proficuo ed interessante, sotto ogni punto di vista, durante il quale abbiamo avuto modo di parlare della proficua e fattiva collaborazione con l’Università di Roma Tor Vergata finalizzata ad incrementare la produzione e la circolazione delle conoscenze, attraverso la creazione di reti tra il mondo accademico e il nostro sistema produttivo”, ha spiegato Jacopo Recchia, CEO di Aviorec Composites.

“La nostra azienda – ha poi aggiunto – da sempre lavora per promuovere al suo interno una moderna cultura della formazione del capitale umano, poiché – siamo convinti – che questo sia un modo importante per guardare in avanti e a dotarsi di risorse umane di qualità quale risorsa strategica per innovarsi. Grazie a queste iniziative di partenariato didattico l’Ateneo amplia il proprio livello di apertura verso le realtà produttive traendo dall’interlocuzione aziendale contributi per attualizzare i processi educativi e arricchire le proprie azioni di trasferimento di innovazione. La nostra impresa, invece, vede in queste pratiche delle occasioni di relazione precoce con i giovani,
utili nell’ottica dell’employer branding e delle strategie di recruiting”.