“La situazione sta peggiorando a causa di nuove lesioni al midollo e all’encefalo, per cui prima di tornare definitivamente in sedia a rotelle devo assolutamente partire nuovamente per il Cammino di Santiago”.

Carla Panciocco ha 37 anni e da tre ha scoperto di avere la Sclerosi multipla. Da San Giovanni Incarico, in provincia di Frosinone, ha lanciato una raccolta fondi su GoFundMe per intraprendere ancora una volta l’esperienza del Cammino.

“Un giorno – racconta – mi stavo recando a lavoro con la mia macchina, quando d’improvviso i miei arti sinistri non li ho sentiti più. Quell’episodio mi causò un incidente stradale in quanto non ero più padrona del mio corpo. Da lì sono iniziate le varie indagini mediche”. 

“Per molti mesi – scrive – sono stata in sedia a rotelle. Ma nonostante la diagnosi – prosegue – sono partita, con un deambulatore, il mio zaino e il farmaco, per affrontare il Cammino di Santiago”.

“Ho avuto modo – spiega – di lasciare andare pesi che mi portavo dietro, ho familiarizzato ancora di più con la malattia e sicuramente sono tornata a casa con la convinzione e la consapevolezza che non esistono limiti e che nulla è impossibile”. 

Per partire un’altra volta Carla chiede “con umiltà a chi vorrà dedicare una piccola donazione, di contribuire a questi viaggi con il deambulatore”. Ha già raccolto più di quattromila euro. Si può contribuire a questo link.