la sede di Anagni del Liceo Dante Alighieri

Dopo il grande successo dell’ultimo open day del 15 gennaio u.s. dedicato alla didattica laboratoriale, che ha coinvolto più di cento alunni di terza media, entusiasti per la ricchezza e modernità dell’offerta formativa, l’Istituto si pone ancora una volta al servizio dei genitori per la compilazione della domanda di iscrizione.

Una “scuola della cura”, si potrebbe dire, l’Alighieri, anche per quanto concerne i servizi di segreteria.

Alcune immagini scattate nel corso dell’open-day del 15 gennaio scorso:

Da sempre il  Liceo “Dante Alighieri” diretto dal Prof. Adriano Gioè accoglie i nuovi allievi e li proietta in una nuova, coinvolgente dimensione educativa e formativa che schiude le porte ad importanti riconoscimenti e successi, in ambito universitario e lavorativo: il notevole aumento delle iscrizioni negli ultimi anni costituisce un tangibile segnale di fiducia e soddisfazione da parte delle famiglie che, forse (si è ancora in attesa dell’autorizzazione da parte dell’Ufficio Scolastico Regionale del Lazio), dall’anno prossimo potrebbero vedere ampliato il ventaglio delle scelte con l’istituzione del nuovo indirizzo di Liceo scientifico quadriennale.

Nell’attuazione della funzione e del ruolo della scuola previsti dal dettato costituzionale, l’Alighieri impegna la sua comunità educante e le sue risorse non soltanto nella mera istruzione intesa come  trasmissione del sapere, ma nell’educazione globale dell’uomo e del cittadino; Don Lorenzo Milani aveva riassunto nel motto “I care” un progetto di fare scuola che fosse in grado di “avere a cuore” tutti gli alunni, a prescindere dalle loro capacità, e quindi di valorizzarli e portarli tutti, nessuno escluso, verso il successo formativo: a tale progetto di scuola l’Alighieri ha inteso ispirarsi sempre più nel corso degli anni, sfatando il “luogo comune” del liceo come scuola troppo difficile e destinata solo a pochi.

È questa idea di scuola, naturalmente innovata ed attualizzata, che sta alla base del progetto educativo del “D. Alighieri”con i suoi vari indirizzi: Classico, Classico quadriennale, Scientifico tradizionale, Scientifico opzione scienze applicate, Scientifico sezione ad indirizzo sportivo, (UNICO INDIRIZZO SPORTIVO PRESENTE AD ANAGNI, in quanto il liceo sportivo può essere attivato soltanto in un Istituto ove è presente il liceo scientifico) e, forse, dal prossimo anno, Scientifico quadriennale.

L’attenzione alle particolari esigenze del singolo alunno costituisce la base del successo formativo di questa istituzione scolastica, riconosciuta come eccellenza in ambito provinciale sia per la qualità dell’offerta culturale sia per la cura (si pensi allo sportello permanente di recupero e al servizio di consulenza psicologica) con la quale ogni alunno è accompagnato nel suo iter scolastico.

Il concetto di cura al “Dante Alighieri” implica una partecipazione profonda al benessere dell’alunno e alla costruzione del suo futuro percorso di vita: ciò che “sta a cuore” alla Dirigenza e al corpo docenti della scuola è porre il singolo studente al centro del progetto educativo, valorizzandone le potenzialità e le diverse abilità in un’ottica di completa inclusione; e a tutti sono forniti gli strumenti più adatti alle proprie attitudini per farne emergere e consolidare i talenti, attraverso il superamento della didattica tradizionale ed approcci pluridimensionali che coinvolgono a tutto tondo la sfera cognitiva ed emotiva (si veda il recente riconoscimento avuto dal MAXXI di Roma).

Per attuare tutto questo l’Alighieri si impegna a:

a) garantire una continua innovazione tecnologica (dotandosi di strumenti e supporti informatici di ultima generazione) e metodologica (adottando strategie didattiche per competenze): di recente anche attraverso l’utilizzo degli IPAD della APPLE per prendere appunti e svolgere esercizi di matematica e fisica (la scuola è infatti iscritta alla piattaforma APPLE SCHOOL MANAGER e, attraverso una convenzione con C&C, docenti e studenti possono acquistare con una speciale scontistica i prodotti APPLE);

b) a incrementare i laboratori di scienze per il potenziamento della didattica sperimentale e per l’introduzione delle biotecnologie (l’indirizzo di scienze applicate ha infatti il maggior numero di scienze rispetto agli altri indirizzi del territorio): nella classe 1E alcuni alunni, guidati dalla prof.ssa Francesca Frattale in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e l’Istituto Nazionale di Astrofisica, hanno di recente partecipato alle Olimpiadi Nazionali di Astrofisica con un eccellente elaborato sulle galassie e l’universo, risultando vincitori nella fase di selezione interregionale;

c) ad investire nella formazione del corpo docente e nell’internazionalizzazione del curricolo degli studenti (partecipando ad esempio al programma Erasmus+ e potenziando le lingue straniere anche attraverso il conseguimento delle certificazioni, con risultati ragguardevoli che si attestano per lo più al livello B2 e, talvolta, C 1); d) ad usufruire di fondi europei (PON FESR e FSE) per il potenziamento delle dotazioni tecnologiche e della connettività (dal prossimo anno tutte le aule saranno dotate di monitor interattivi touch screen) e per l’arricchimento dell’offerta formativa finalizzata agli obiettivi dell’Agenda 2030 e del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

nota stampa a cura dell’ufficio segreteria dell’I.I.S. “D. Alighieri”