Sandro, al centro, e i suoi due cugini Eleonora e Patrizio

Dalla paura e la corsa in ospedale, al momento – tanto atteso – dell’abbraccio con i famigliari: Sandro Fiore, nostro affezionato lettore di Piglio da qualche anno residente ad Anagni, è stato dimesso dall’ospedale “L. Spallanzani” di Roma ed ha potuto finalmente tornare a casa.

Oltre 50 giorni di degenza a causa della Covid19, molti dei quali trascorsi sedato ed intubato, lontano dagli affetti e dalla famiglia: tanto è durato il calvario di Sandro, 45 anni, che ora dovrà affrontare un altrettanto lungo e faticoso periodo di convalescenza, anche se, come ci lui stesso, “ormai il peggio è passato”.

“E’ stata un’esperienza terribile, che non auguro a nessuno – ha affermato, ancora, Sandro – invito tutti a vaccinarsi, visto che il vaccino è l’unica arma che abbiamo contro questa terribile pandemia!”.

articolo a cura di Francesco Recchia