I Carabinieri della Stazione di Alatri, a conclusione di attività info-investigativa, hanno deferito in stato di libertà per truffa in concorso un 33enne ed un 18enne pugliesi, già censiti per analoghi reati.

L’attività d’indagine è stata avviata nell’agosto 2021, quando un 45enne di Alatri presentava una denuncia per truffa perché, dopo aver risposto ad un annuncio pubblicato su un noto sito di vendite online, aveva contattato i due presunti venditori per l’acquisto di un orologio Garmin Forerunner 245 ed una volta effettuato il versamento pattuito di euro 60 sulla  carta postepay da loro fornita, si rendevano irreperibili.


Ad Alatri, i Carabinieri del NORM della locale Compagnia, durante servizio perlustrativo di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione di reati in genere, hanno proposto per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno in questo Comune per tre anni, una 23enne di Pofi, già censita per reati contro il patrimonio ed un 19enne di Torino.

Nello specifico, i due sono stati controllati nei pressi di obiettivi sensibili ove si erano resi autori, tra l’altro, del danneggiamento di una porta d’ingresso di un’abitazione privata, motivo per il quale venivano anche deferiti in stato di libertà per tale reato.


Gli stessi militari, hanno contratto in località periferica della cittadina ernica, un 43enne e un 47enne i quali, sottoposti a perquisizione personale, sono stati trovati in possesso rispettivamente di grammi 1,90 e 2,16 di sostanza stupefacente del tipo hashish, sottoposta a sequestro. I due sono stati pertanto segnalati alla Prefettura di Frosinone per uso personale di sostanze stupefacenti.