foto di archivio

La Direttrice Generale della Asl di Frosinone Pierpaola D’Alessandro invita la popolazione a fare attenzione durante i festeggiamenti per il Capodanno: “Ferirsi per futili scoppi significa, oggi, non solo procurarsi inutili danni ma anche appesantire il lavoro dell’organizzazione sanitaria. Dover soccorrere una persona che si è ferita a causa dei petardi o che ha arrecato danno a terze persone, è ancora più delittuoso. Gli operatori sanitari sono impegnati ad assistere le persone per un virus che non dà tregua e che sta mettendo tutti a dura prova. Ci auguriamo che nessuno voglia finire in ospedale per simili banalità”.

L’altro invito è quello di salvaguardare gli animali dai botti di fine anno, strana usanza dell’uomo che spesso li danneggia.

Ecco allora alcuni consigli dei veterinari della Asl per proteggere i propri amici a quattro zampe dai fuochi d’artificio dell’ultimo dell’anno.

COME PROTEGGERE GLI ANIMALI DAI FUOCHI D’ARTIFICIO

Il fragore dei botti provoca disorientamenti, stati d’ansia, panico e reazioni incontrollate da parte degli animali che spesso si danno alla fuga in maniera istintiva. In loro si manifestano cambiamenti fisici: iperventilazione polmonare, respiro affannoso, tachicardia, scialorrea (forte salivazione) e tremori muscolari. Sintomi che potrebbero rendere il cane aggressivo e mordace.

Con il loro udito più acuto, gli animali percepiscono i forti rumori in maniera più fastidiosa rispetto all’uomo.

CICLO DI CALMANTI NATURALI

Utilizzare, a partire dai giorni precedenti il Capodanno, dopo aver consultato il veterinario di fiducia, integratori e rimedi omeopatici aventi effetti calmanti.

LE PASSEGGIATE

Fare lunghe e rilassanti passeggiate diurne, tenendo il cane al guinzaglio, ed evitando le zone più a rischio nei giorni “caldi”.

NON LASCIARLI INCUSTODITI ALL’ESTERNO

È importante non lasciare incustoditi all’esterno i propri animali e creare una tana sicura, ad esempio nella vasca da bagno o in una piccola stanza dove collocare anche la cuccia assieme alla ciotola e ai giochi. Chiudere in maniera ermetica porte e finestre. Consigliato anche tenere radio o televisore accesi per confondere ed attutire i rumori che arrivano dall’esterno.

NON ISOLARE NÉ BLOCCARE

È importante, in ogni caso, fare in modo che il cane o il gatto sia libero di venire vicino al proprio padrone. In questo caso è necessario trasmettergli calma accarezzandolo o giocando con lui.

IN CASO DI FUGA

In primis è necessario che i propri animali d’affezione siano dotati di microchip per facilitarne il recupero in caso di smarrimento dopo fughe improvvisate. Va inoltrata segnalazione ai servizi veterinari, ai canili, ai rifugi e alle associazioni per consentirne il rinvenimento nel minor tempo possibile.

EVITARE L’UTILIZZO DEI FUOCHI PIROTECNICI

In ogni caso va evitato l’utilizzo di fuochi d’artificio non solo per proteggere i propri animali da affezione ma anche per non spaventare gli uccelli. Ogni anno, sono molti i volatili a perdere la vita o a ferirsi gravemente dopo il tentativo incontrollato di fuggire via a causa dei violenti scoppi.