Botta e risposta tra maggioranza e opposizione al Comune di Serrone dopo lo svolgimento della seduta di consiglio comunale dello scorso 24 dicembre; nella nota inviata a questa redazione nel primo pomeriggio di oggi – giorno di Santo Stefano – i consiglieri di minoranza hanno duramente criticato i colleghi di maggioranza sostenendo che la seduta di assise civica è nulla per mancata notifica.

Di tutt’altro avviso i membri della maggioranza capitanata dal sindaco Giancarlo Proietto che scrivono: “dalla ricostruzione dei fatti risulta che i consiglieri di minoranza erano pienamente consapevoli della convocazione, sia perché – come da prassi – la notifica è avvenuta attraverso personale comunale incaricato secondo le modalità dagli stessi richieste, sia perché la documentazione relativa al bilancio preventivo è stata notificata in data 13 dicembre 2021 e trasmessa via email in data 16 dicembre 2021 dagli uffici competenti, riportando nell’oggetto la convocazione del consiglio per il 24 dicembre 2021”.

“Ad oggi – spiegano dalla maggioranza consiliare – l’unica cosa certa è che, al fine di evitare qualsiasi strascico che possa compromettere la linearità dell’azione amministrativa a scapito della comunità serronese, con alto senso di responsabilità, il sindaco Giancarlo Proietto ha deciso di convocare per il giorno 3 gennaio 2022 il consiglio comunale per deliberare sugli stessi punti all’ordine del giorno questa volta – si auspica – anche alla presenza dei consiglieri di minoranza”.

Conclude così la nota: “è possibile che ancora una volta la minoranza abbia voluto mostrare tutto il suo senso di irresponsabilità e di distacco dai bisogni concreti della cittadinanza serronese, facendo della demagogia il proprio cavallo di battaglia? Conoscendola, crediamo di sì!”.