A fronte di 1123 tamponi processati nelle ultime 24 ore in provincia di Frosinone sono 79 le persone risultate positive alla Covid19, 19 delle quali solo a Frosinone.

I negativizzati sono invece 39, zero i deceduti.

In totale, in questo momento sono 57 le persone ricoverate nelle strutture ospedaliere della provincia di Frosinone.

COME AFFRONTARE ISOLAMENTO, QUARANTENA E LE FESTE IN SICUREZZA

Rispettare isolamento e quarantena è l’arma migliore per non alimentare la catena del contagio. Le cronache raccontano sempre più spesso di positivi che non rispettando le disposizioni, escono di casa, divenendo un grave pericolo per la salute pubblica. Nuovi comportamenti irresponsabili potrebbero mettere a rischio le prossime feste di Natale.

COSA FARE IN CASO DI POSITIVITA’?

La Asl di Frosinone lancia un appello e chiede di rispettare le norme basilari. Le persone risultate positive al Covid-19 devono rispettare l’isolamento. Restare nella propria camera, mantenere il distanziamento con i familiari, non ricevere visite di persone, igienizzarsi frequentemente le mani, di tanto in tanto disinfettare la stanza e arieggiare l’ambiente. E’ fondamentale evitare lo scambio di oggetti con familiari, quali telefoni o posate e, in caso di bagno in comune, occorre disinfettare accuratamente dopo ogni utilizzo poiché il virus si trasmette anche attraverso le feci. Si potrà tornare alla vita di tutti i giorni solo quando i test risulteranno negativi e sarà accertata la completa guarigione.

COME AGIRE SE SI E’ IN QUARANTENA?

Le stesse regole valgono anche per chi è in quarantena dopo essere stato a contatto con un positivo. In questo caso, alla comparsa di sintomi, è necessario rivolgersi al medico di famiglia che indicherà il percorso da effettuare. Occorre la massima attenzione e ribadiamo che si dovrà restare a casa fin quando i test non evidenzieranno la negatività al virus. La guardia deve rimanere alta, è necessaria la collaborazione massima di tutti.

CHE DIFFERENZE TRA LA QUARANTENA PER VACCINATI E NON?

L’Istituto Superiore di Sanità ha diversificato i tempi di quarantena tra vaccinati e non. Chi ha concluso il ciclo vaccinale da almeno 14 giorni, dovrà rimanere in isolamento per 7 giorni. Chi non ha ricevuto il vaccino, invece, starà in casa per 10 giorni. In entrambe le situazioni per poter tornare a lavoro occorre presentare un test molecolare o antigenico negativo.

COME GESTIRE IL PRANZO DI NATALE E LE FESTE?

Il primo consiglio è quello di sottoporre a tampone i ragazzi che rientrano in famiglia dai luoghi di studio oppure di vacanza. Essere certi di non aver contratto il Covid offre una protezione ai soggetti più fragili che si ritroveranno intorno allo stesso tavolo come i nonni o coloro che hanno patologie croniche. Non superare le 6-8 persone per avere modo di mantenere il giusto distanziamento. Evitare abbracci, specie tra non congiunti, arieggiare spesso i locali in cui si staziona per diverso tempo.